09/05/2017 - 10:24

Italia prima in efficienza energetica, ma il carbone resta più conveniente delle fonti alternative

L'Italia é prima in efficienza energetica nel ranking 2017 di Avvenia, ma il carbone resta la fonte di produzione piú competitiva: 30 euro per megawattora contro i 60-80 euro dell'eolico ed i 80-100 euro del fotovoltaico.
La competizione da parte delle rinnovabili è diventata un'utopia: secondo Avvenia (www.avvenia.com) solo l'efficientamento energetico può consentire il contenimento delle temperature globali. 

Il «Ranking dell'Efficienza Energetica Mondiale 2017» elaborato da Avvenia, il player italiano leader della white economy e dell'efficienza energetica, vede l'Italia al primo posto con 92 punti su 100, seguita da Francia al secondo posto con 89 punti, Germania al terzo posto con 86 punti, Regno Unito al quarto posto 83 punti e Giappone al quinto posto con 78 punti.

Utilizzando una metodologia che consente di valutare i risultati quantificabili nei 3 settori chiave di ogni Paese (industria, trasporti ed edilizia), gli analisti di Avvenia hanno operato una combinazione delle migliori stime disponibili per rappresentare una vasta gamma di fattori che misurano l'efficienza energetica di ciascun Paese.

Nella graduatoria di Avvenia seguono poi il Canada (71 punti), l'Australia (65 punti), gli Stati Uniti (54 punti), la Russia (48 punti), la Cina (33 punti), l'India (30 punti) ed il Brasile (28 punti).

Dal Vecchio al Nuovo Continente, ciascun Paese gioca una partita a colpi di rilanci sulle politiche energetiche orientate al calo delle emissioni di C02
Ma secondo Avvenia solo l'efficientamento energetico può consentire il contenimento delle temperature globali.

«L'eolico offre costi di generazione tra i 60 e gli 80 euro per megawattora ed il fotovoltaico è ancora più caro, con costi di generazione tra gli 80 ed i 100 euro - puntualizza Alessio Cristofari, Direttore Sviluppo Business di Avvenia con delega alle «Strategie ESCo - I costi di generazione da carbone sono invece intorno ai 30 euro per megawattora e quelli da gas intorno ai 40 euro».

Insomma, la competizione da parte delle rinnovabili è diventata un'utopia: solo l'efficientamento energetico può consentire oggi il contenimento delle temperature globali.
Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    15/05/2013 - 17:00
    Fossili
    "Efficienza energetica: linee guida per i condomìni"

    E.ON e ANACI invitano alla Tavola Rotonda sul tema "Efficienza energetica: linee guida per i condomìni" mercoledì 22 maggio 2013 - ore 10.30 presso la Biblioteca Ambrosiana Piazza Pio XI, 2 - Milano.

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Fossili
    "Per riscaldare l'Italia puntiamo all'efficienza e rilanciamo le fonti termiche rinnovabili"

    "Condividiamo le dichiarazioni rilasciate ieri dal Ministro Passera durante l'audizione alla Commissione Industria del Senato sulla necessità di puntare sull'efficienza energetica perché è la prima delle leve che consente - come puntualizzato dal Ministro - di cogliere praticamente tutti gli...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Fossili
    146mln di euro per efficienza energetica e rinnovabili

    Il Parlamento europeo ha approvato l'istituzione di un nuovo fondo per l'efficienza energetica e le energie rinnovabili: 146 milioni di euro per co-finanziare progetti in partenariato con regioni e comuni. Si tratta di resti del piano europeo di rilancio del 2009, che prevedeva di investire 4...

  • Avvenia fa un bilancio dell'efficienza energetica
    Leggi
    12/03/2015 - 20:09
    Edilizia
    Avvenia fa un bilancio dell'efficienza energetica in Italia

    Ottima la performance del nostro Paese nell'ambito della strategia comune europea per lo scambio di quote di emissione di gas serra, con un ricavo di oltre 361 milioni di euro. A metterlo in evidenza è Avvenia, player chiave nel settore della White Economy, che osserva anche un'aumento della...