22/11/2016 - 13:11

Istat, gli italiani più soddisfatti della loro vita. Ma si fidano poco degli altri

Gli italiani sono più soddisfatti della loro vita rispetto al passato. Soprattutto i giovani e soprattutto al Nord.

Nel 2016 gli italiani, soprattutto i giovani, risultano essere più soddisfatti delle loro condizioni di vita generali, anche economiche, rispetto agli anni precedenti. E’ questa la fotografia scattata dall’Istat sul livello di soddisfazione dei cittadini italiani per le loro condizioni di vita. 
soddisfazione_istat
Nel 2016 gli italiani, soprattutto i giovani, risultano essere più soddisfatti delle loro condizioni di vita generali, anche economiche, rispetto agli anni precedenti. E’ questa la fotografia scattata dall’Istat sul livello di soddisfazione dei cittadini italiani per le loro condizioni di vita. 

Rispetto al 2015 sono migliorati i dati campionari sulla percezione della situazione economica di famiglie e individui, mentre è stabile la soddisfazione per gli aspetti relazionali (famiglia e amici), la salute e il tempo libero. In lieve aumento anche la soddisfazione degli occupati per il lavoro. Notevole è l’incremento della quota di persone di 14 anni e più che esprimono un’alta soddisfazione per la propria vita nel complesso: dal 35,1% del 2015 al 41% del 2016. La soddisfazione per la propria vita diminuisce però all’aumentare dell’età: risultano altamente soddisfatti il 54,1% dei giovani tra 14 e 19 anni e il 34,4% degli ultra 75enni. 

Le relazioni familiari si confermano la dimensione a cui corrisponde la percentuale più alta di persone soddisfatte, il 90,1% nel 2016. Elevata anche la quota di individui molto o abbastanza soddisfatti per le relazioni amicali (82,8%) e il proprio stato di salute (81,2%). Molto o abbastanza soddisfatto per il tempo libero circa il 67% della popolazione di 14 anni e più, mentre gli occupati soddisfatti per il lavoro sono il 76,2% (erano il 74,8% nel 2015). A ledere il livello di soddisfazione generale degli italiani rispetto alle proprie condizioni di vita sono il rischio di criminalità, l’inquinamento e il traffico. 

La fiducia negli altri non cambia sostanzialmente rispetto al 2015: il 78,1% delle persone dichiara che bisogna stare molto attenti” nei confronti degli altri mentre solo il 19,7% ritiene che “gran parte della gente è degna di fiducia”. A ledere il livello di soddisfazione degli italiani rispetto alle proprie condizioni di vita sono il rischio di criminalità, l’inquinamento e il traffico. 

E’ migliorata anche la soddisfazione per la situazione economica di pari passo con all’andamento generale dell’economia. Nel 2016 è aumentata in particolare la percentuale di coloro che si dichiarano abbastanza soddisfatti (da 44,6% del 2015 al 47,3% del 2016) della propria situazione economica, ma con differenze legate alle varie zone geografiche della Penisola. A dichiararsi molto o abbastanza soddisfatto è il 58,4% dei cittadini del Nord, il 51,9% di quelli del Centro e solo il 39,3% dei residenti nel Mezzogiorno. 




Rosamaria Freda
Direttore Editoriale

condividi su