11/03/2019 - 20:44

Inquinamento: a scuola si respira aria nuova con i pannelli anti-smog

A Piacenza e a Osimo (AN), tre istituti scolastici hanno recentemente installato all'interno delle proprie aule alcuni pannelli realizzati con l'innovativa fibra theBreath® in grado di purificare l'aria. Ambienti più salubri e meno inquinati a tutto vantaggio di alunni e insegnanti. Tre esempi concreti di ecologia sociale.

 

La lotta allo smog si può fare anche a scuola. Tutti i giorni e concretamente. Non solo insegnando ai bambini comportamenti virtuosi in materia ambientale (nella speranza che il loro domani sia più sostenibile del nostro oggi), ma anche adottando tecnologie in grado di produrre benefici immediati e di rendere gli stessi plessi scolastici più salubri in termini di qualità dell’aria respirata.

Proprio così, perché anche negli ambienti chiusi - compreso quelli che ci appaino più confortevoli - l’aria non è mai del tutto pura. Irritazioni, dermatiti, attacchi d'asma sono solo alcune delle possibili conseguenti complicazioni. Abitazioni, uffici, negozi, locali pubblici, scuole... nessuno spazio indoor è immune al 100% dall'inquinamento. Le cause? Tante e talvolta complementari, come ad esempio, l'utilizzo di materiali edili insalubri, la presenza di mobilia o di apparecchiature (aspirapolvere, fax, fotocopiatrice...) che contengono sostanze nocive, l'impiego di detersivi e di altri prodotti disinfettanti, la scarsa ventilazione di una stanza.  E altro ancora.

Esempi concreti di come sia possibile provare ad arginare il problema ci arrivano, pressoché in contemporanea, da una scuola di Piacenza (la Scuola Primaria Statale Vittorino da Feltre) e da due scuole di Osimo, in provincia di Ancona (l'Istituto Comprensivo Bruno da Osimo e la Scuola dell’Infanzia Maria Mosca) che hanno recentemente installato all'interno delle loro aule alcuni pannelli realizzati con theBreath®, un’innovativa fibra in grado di assorbire aria inquinata per poi rimetterla immediatamente in circolo pulita e purificata. Prodotto da Anemotech, realtà italiana che progetta soluzioni finalizzate a migliorare la qualità dell'ambiente in cui viviamo, theBreath® è un rivoluzionario tessuto multistrato che, utilizzabile sia outdoor sia indoor, contiene un'anima in fibra carbonica in grado di 'catturare' e disgregare le sostanze volatili nocive. Altri cinque istituti (tre sempre di Piacenza, uno di Milano e uno di Novara), con piglio lungimirante, avevano già adottato questa tecnologia più di un anno fa.

Personalizzati ad hoc e raffiguranti immagini scelte dagli insegnanti (cartine geografiche, figure geometriche…), i pannelli appesi alle pareti hanno dimensioni e ingombri analoghi a quelli di qualsiasi altro materiale didattico comunemente adottato dalle scuole. Con il vantaggio di contribuire in maniera fattiva al benessere degli alunni, degli insegnanti. “Bello sapere che da oggi la nostra tecnologia contribuisce a rendere più sana la vita di scolari, studenti e professori che frequentano ogni giorno la propria scuola. È risaputo: viviamo in un mondo circondato dallo smog. Ciò che forse nel percepito collettivo non si è ancora colto a pieno è che anche l’aria che respiriamo negli spazi indoor è inquinata.” sottolinea Gianmarco Cammi, Direttore Operativo di Anemotech e co-inventore della tecnologia theBreath®.

Queste tre scuole-modello di Piacenza e di Osimo lanciano un segnale chiaro e preciso di ecologia sociale rivolto ai propri e - potenzialmente - a tanti altri studenti: oggi la tecnologia può realmente aiutarci a migliorare la qualità dell'ambiente (e degli ambienti) in cui viviamo. Sconfiggere l'inquinamento è difficile, ma combatterlo è possibile.

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • smog
    Leggi
    18/10/2017 - 12:08
    Ambiente
    Allarme smog. In 7 province della Lombardia scatta il blocco del traffico

    Scattano oggi in sette province della Lombardia le misure antismog che prevedono il blocco del traffico per i veicoli più inquinanti. Negli ultimi giorni è stato registrato uno sforamento del limite giornaliero di Pm10, 50 microgrammi per metro cubo.

  • Leggi
    15/04/2013 - 18:30
    Ambiente
    A Torino smog e inquinamento acustico protagonisti indiscussi

    A Torino decibel fuori controllo con soglie di rumore oltre i limiti soprattutto nelle ore notturne. PM10 che, nonostante il maltempo, ha superato il limite di legge e che dall'inizio dell'anno sta soffocando di "mal'aria" i cittadini piemontesi, esponendoli a rischi concreti per la loro salute....

  • Leggi
    20/05/2010 - 17:47
    "No smog parade" contro l'inquinamento atmosferico

    Una parata contro lo smog. Questa l'idea lanciata da associazioni ambientaliste e gruppi indipendenti per sabato 22 Maggio a Firenze. La parata è aperta a tutti con qualsiasi mezzo di locomozione purché non inquinante.

  • Leggi
    29/10/2012 - 14:01
    Ambiente
    Ambiente: cresce lo smog nelle città italiane

    Secondo i dati resi noti da Legambiente, nelle città italiane torna a crescere l'inquinamento atmosferico. La media delle polveri sottili, infatti, passa da 30 a 32 microgrammi per metro cubo.