15/05/2018 - 12:50

Inquinamento atmosferico: Kloters lancia RepAir, la maglia in grado di pulire l’aria

Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy ha lanciato RepAir, una maglia prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto che trattiene al suo interno sostanze inquinanti, batteri e cattivi odori.

inquinamento  atmosferico

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto di ‘the Breath®’, un materiale brevettato da Anemotech Srl e certificato secondo standard ISO, ANSI/AHAM AC–1- 2002, in grado di trattenere al suo interno sostanze inquinanti, batteri e cattivi odori.

RepAir è un progetto rivoluzionario che ha l’ambizione di “oltrepassare il concetto di moda green e stravolgerlo”. Non è infatti solo una maglia prodotta rispettando l’ambiente, ma è anche in grado di agire in modo virtuoso e attivo su di esso, grazie all’inserto del tessuto che disgrega e cattura le molecole inquinanti presenti nell’atmosfera. Approfonditi studi scientifici, molteplici test di laboratorio e analisi chimiche sull’aria, hanno dimostrato l’efficienza e l’efficacia dello speciale materiale utilizzato da Kloters. Dati certi, che garantiscono una soluzione concreta al problema dell’inquinamento atmosferico con una proiezione di abbattimento pari a due auto all’anno per ogni persona che indossa RepAir.

“Chiunque – scrive l’azienda nella nota stampa – può contribuire a pulire l’ambiente in modo attivo, senza sforzo, solamente indossando una t-shirt. Un’azione quotidiana, semplice e necessaria diventa un vero e proprio atto ecologico. Più persone indossano RepAir più l’ambiente ne beneficia. È sharing ecology!”. Comfort, stile e sostenibilità, sono del resto i principi di un marchio che, seppure giovanissimo (nato tra anni fa), ha fatto della ricerca, dell’eleganza e della tutela ambientale i propri obiettivi, che si ritrovano anche nel nuovo progetto. RepAir è infatti un capo dal design classico, proposto nelle intramontabili colorazioni bianco e nero, realizzato per durare a lungo e non soggetto alle stagionalità delle collezioni.

RepAir incorpora un inserto del materiale tecnologico the Breath® all’interno di una tasca. La t-shirt, in questo modo,  “lavora” a impatto zero e non necessita di essere attivata o alimentata da fonti energetiche esterne. Il sistema the Breath®, infatti, è composto da due strati esterni stampabili, in tessuto idrorepellente con proprietà battericide, antimuffa e anti-odore e uno intermedio in fibra assorbente carbonica additivata da nanomolecole, capace di assorbire, separare, trattenere e disgregare le micro particelle inquinanti presenti nell’atmosfera.

Un lavoro non semplice che ha richiesto molto tempo e studio, come spiega Silvio Perucca, mente creativa di Kloters, nonché Product & Sales manager del marchio: “La prova più complessa del progetto è stata riuscire a realizzare un prodotto valido esteticamente, in grado di competere nel complesso mondo fashion, e che riuscisse ad integrare una tecnologia innovativa in modo più che perfetto, senza incidere sull’eleganza,  sulla vestibilità e sul comfort del capo.” RepAir sarà disponibile in alcuni selezionati negozi e sul sito www.kloters.com a partire da giugno 2018. A maggio sarà lanciata una campagna crowdfunding su Kickstarter dove sarà possibile acquistare il prodotto in anteprima a un prezzo di lancio.

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    20/05/2010 - 17:47

    "No smog parade" contro l...

    Una parata contro lo smog. Questa l'idea lanciata da associazioni ambientaliste e gruppi indipendenti per sabato 22 Maggio a Firenze. La parata è aperta a tutti con qualsiasi mezzo di locomozione purché non inquinante.

  • Leggi
    04/01/2016 - 13:00
    Ambiente

    Airlite: la pittura 100% naturale anti...

    Una tecnologia racchiusa in una pittura, che potrebbe eliminare in sole 12 ore l'inquinamento di 92 autovetture con motore a benzina e di 72 autovetture a gasolio con motore euro 6. La tecnologia si chiama Airlite; a inventarla è stato il bolognese Massimo Bernardoni, che insieme al milanese...

  • inquinamento
    Leggi
    21/02/2017 - 10:46
    Ambiente

    Allarme smog: il 18% di nascite...

    Uno studio dell'Istituto per l'Ambiente di Stoccolma ha lanciato un dato abbastanza allarmante. Secondo lo studio circa 1/5 delle nascite premature in tutto il mondo potrebbero essere dovute agli alti livelli di inquinamento atmosferico.