14/01/2014 - 14:29

In aumento prestiti per avere mobili nuovi, riconfermati gli ecobonus

Aumentano le richieste di prestiti per l’acquisto di mobili nuovi e per la ristrutturazione della casa, italiani più sicuri grazie agli ecobonus.

Acquistare mobili ed elettrodomestici nuovi, come la ristrutturazione della casa, sono operazioni necessarie che molti consumatori decidono di fare per ottimizzare l’efficienza della propria abitazione, soprattutto da un punto di vista energetico. Sono lavori che hanno dei costi importanti, in queste circostanze mettere i prestiti più vantaggiosi del momento a confronto, è una delle soluzioni più immediate per i consumatori.

Che sia uno dei prodotti Findomestic o di Agos Ducato, gli italiani che ricorrono a questo strumento per finanziare questi lavori sono sempre di più e a dimostrarlo è una ricerca dell’Osservatorio SuperMoney, portale della comparazione accreditato Agcom, che ha studiato proprio le richieste di prestito degli italiani nel 2013.

Cosa spinge gli italiani a chiedere con tanta facilità un prestito per questi lavori? Sicuramente un fattore che influisce molto su questa tendenza è la riconferma anche per il 2014 degli ecobonus statali, validi finora per le spese del 2013.

In cosa consistono gli ecobonus? Questi sono degli incentivi che lo stato dà a tutti coloro che decidono di ottimizzare il loro mobilio o la loro casa e che si accingono a fare lavori di ristrutturazione edilizia o acquisti di elettrodomestici ad alta efficienza energetica.

Il rimborso è relativo al lavoro svolto e viene erogato a lavori già svolti e a seguito di una richiesta che l’utente stesso invierà e copre lavori come la pavimentazione, il cambio degli infissi, la messa a nuovo degli impianti elettrici, la costruzione di cancellate e sistemi che evitino il danno dell’immobile da parte di terzi, e ancora l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A e superiori, che permettono di risparmiare sui consumi dell’energia in modo significativo.

Ad ogni modo, la buona notizia è che questi bonus sono stati riconfermati anche per il 2014, quindi chi avesse in progetto di effettuare dei lavori del genere potrebbe approfittarne.

La ricerca dell’Osservatorio ha notato come solo nel 2013 siano aumentati del 25% da un semestre all’altro, le richieste di prestiti con queste finalità: nel dettaglio, per ristrutturare casa le richieste degli italiani sono aumentate del 24,9% mentre per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza si è registrato un aumento del 30,2%.

Un dato importante se si pensa ai vantaggi che porta l’ottimizzazione energetica degli immobili e degli arredamenti: il solo cambio di infissi porterebbero ad un maggior isolamento termico della casa e il risparmio sul gas per il riscaldamento sarebbe evidente.

In percentuale, da un semestre all’altro, le richieste di finanziamento per la ristrutturazione dell’abitazione sono passate dal 13,93% al 17,40%, mentre quelle volte all’acquisto di mobili ed elettrodomestici hanno subito un aumento dal 8,21% al 10,96%.

Non solo sono aumentate le domande di prestito, ma anche gli importi richiesti: da una media di 21.279,69 euro all’inizio dell’anno - per la ristrutturazione della casa - a 22.365,64 euro di fine anno. Per mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza, invece, la media è passata da 22.098,88 euro a 22.621,71 euro.

Come ha commentato lo stesso Amministratore Delegato di SuperMoney, “La proroga del cosiddetto ecobonus ha sicuramente sortito un effetto positivo. Gli italiani sono tornati ad avere fiducia nel credito bancario, forti della possibilità di ammortizzare l’investimento sulla propria casa grazie alle detrazioni fiscali”.
“Gli istituti di credito non potevano del resto non adeguarsi alla nuova normativa – ha proseguito Manfredi – Sebbene siano sempre esistiti prestiti e mutui dedicati alla ristrutturazione immobiliare, questi sono stati oggetto di speciali campagne promozionali nell’ultimo anno. Probabilmente accadrà anche nel 2014, poiché gli stessi sgravi fiscali sono stati confermati. Chi può, fa sicuramente bene ad approfittare delle proposte di prestito: è importante tuttavia valutarne con attenzione le condizioni contrattuali per assicurarsi che l’investimento non diventi più oneroso del previsto”.

SuperMoney
autore

condividi su

Articoli correlati