09/04/2013 - 17:00

Il Treno Verde 2013 arriva a Torino

La storica campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane da domani, mercoledì 10 a venerdì 12 aprile al binario I della stazione Porta Nuova. Primo appuntamento alle ore 17 nella quarta carrozza del convoglio ambientalista con l'incontro "Verso i comuni a zero emissioni. Buone pratiche a confronto".
Innovazione, mobilità nuova e riprogettazione urbana saranno in sosta da domani al binario I della stazione Porta Nuova di Torino. Il capoluogo piemontese è l'ottava e ultima tappa del viaggio del Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, la campagna, realizzata con la partecipazione del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che da venticinque anni percorre l'Italia per monitorare l'inquinamento atmosferico e acustico delle maggiori città italiane. Il convoglio ambientalista sosterà in stazione da domani, mercoledì 10, a venerdì 12 aprile. Le carrozze, allestite con mostre e percorsi didattici, oltre alle scuole prenotate, saranno aperte ai cittadini e curiosi dalle 16 alle 19 di mercoledì e giovedì. Tema di questa edizione del Treno Verde è la smart city e l'innovazione delle città con la mostra 'Muoversi, abitare, vivere'. La prima carrozza è dedicata al tema della mobilità sostenibile, cardine del cambiamento degli agglomerati urbani. Dal trasporto su ferro alla mobilità elettrica, dall'urbanistica all'intermodalità, passando per le zone a traffico limitato, le piste ciclabili e le zone 30: questo il percorso che farà capire quali scelte devono essere prese dalle città e dai cittadini per dire no allo smog, per aprire le porte alla libertà di muoversi in maniera veloce e a basse emissioni.

All'abitare è dedicata la seconda carrozza all'interno della quale l'allestimento sarà dedicato a raccontare un'urbanistica che risponde alle esigenze dei cittadini e dell'ambiente. Energia pulita e integrata, analisi del ciclo di vita, difesa del suolo e prevenzione del rischio idrogeologico e sismico, edifici sicuri ed efficienti, architettura sostenibile. Nella seconda carrozza si possono trovare alcuni dei temi chiave che aiutano a progettare le fondamenta di una città smart. Abbattimento delle emissioni e innalzamento della qualità della vita sono i principi guida del percorso. La terza carrozza è dedicata agli stili di vita. Si può parlare di una città smart senza cittadini smart? Sicuramente no. A bordo della terza carrozza del Treno Verde si possono trovare tante soluzioni e piccoli accorgimenti per essere cittadini attenti anche a casa e nelle abitudini di tutti i giorni. Come isolare l'abitazione per renderla efficiente, come fare una spesa sostenibile, come tenere sotto controllo i consumi domestici e, soprattutto, come differenziare, riciclare e imparare a considerare i rifiuti una vera ricchezza. La quarta carrozza del Treno Verde è stata trasformata in un vero e proprio parco urbano. Perché la città, secondo Legambiente, è sicuramente più verde e con spazi pubblici attrezzati che consentono di passare il tempo libero e non solo, respirando aria pulita o coltivando orti, e riappropriandosi di tutti quei fazzoletti di terra che spesso sono lasciati all'incuria.

Anche quest'anno il Treno Verde sarà accompagnato dal Laboratorio mobile Qualità dell'Aria di Italcertifer che rileverà i dati relativi all'inquinamento acustico e alla qualità dell'aria sostando per 48 ore consecutive in corso Regina Margherita, all'altezza del civico 205. Oltre ai valori del PM10, saranno raccolte informazioni sulle concentrazioni nell'aria di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono. Primo appuntamento della tappa torinese del Treno Verde sarà la tavola rotonda sul tema "Verso i piccoli comuni a zero emissioni. Buone pratiche a confronto", realizzata nell'ambito del progetto Interreg Innovazione Energetica e del progetto Med ZeroC02, in cui saranno messe a confronto le esperienze dei piccoli comuni coinvolti nei due progetti e impegnati nella realizzazione di buone pratiche ambientali. Sono stati invitati i comuni piemontesi di Innovazione Energetica: Mirabello Monferrato, Cantalupa, Occhieppo Inferiore ed il comune di Med ZeroCO2 Bagnone in provincia di Massa Carrara. A questi si aggiunge il Comune di Torino, coinvolto in Innovazione Energetica. L'appuntamento è per mercoledì 10 alle ore 17 nella quarta carrozza del convoglio ambientalista. Introducono e moderano l'incontro Francesca Galante, responsabile Campagne Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta; Simone Nuglio - Zero CO2 project manager; Adriano Pessina, Spes Consulting. Previsti, inoltre, i saluti di Enzo Lavolta, assessore all'Ambiente del Comune di Torino. Intervengono: Luca Gioanola, sindaco di Mirabello Monferrato (Al); Angelo Tartaglia, assessore alla Cultura, Energia e Ambiente del Comune di Cantalupa (To); Osvaldo Ansermino, sindaco di Occhieppo Inferiore (Bi); Carletto Marconi, vicesindaco e assessore all'Ambiente del Comune di Bagnone (Massa Carrara), Marco Leoncini, Comune di Bagnone (Massa Carrara).
Marilisa Romagno
autore

condividi su