01/01/2013 - 01:00

Il 22 settembre Milano partecipa al PARK(ing) DAY

Un evento mondiale che coinvolge cittadini, artisti e attivisti, che collaborano per trasformare temporaneamente stalli di parcheggi in altro: un giardino, un luogo d'incontro, un'installazione artistica, un campo da gioco, uno spazio da condividere e godere tutti insieme.
 L'iniziativa, approdata a Milano grazie a due paesaggiste, Vittoria Tamanini e Margherita Brianza, è nata nel 2005 a San Francisco, e si svolge tra il 21 e il 22 settembre in 164 città del mondo, coinvolgendo 35 Paesi e 6 continenti. L'obiettivo è creare un dibattito critico sulla necessità di una migliore qualità della vita urbana e di nuove modalità di utilizzo dello spazio pubblico, dando la possibilità di esprimere la propria creatività ai cittadini. L'evento si verifica all'interno della decima edizione della European Mobility Week, la settimana della mobilità sostenibile (www.mobiltyweek.eu), celebrata dal 16 al 22 settembre da 24 città europee, e in gemellaggio con il Park(ing)Day di Parigi e Trieste, ed è previsto il collegamento in diretta con l'evento parigino, per confrontare esperienze e opinioni. Il MilanoPARK(ing) DAY, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Milano consiglio di Zona 1, si terrà in Largo Cairoli, dalla mattina al tramonto.
Vi partecipano numerose Associazioni (Legambiente, Genitori antismog, Ciclolobby, Comitato Ponti, Darsena Pioniera, De.de.p, Green Island, Verdisegni, Made In Mage, Arte da mangiare, More Than Arch, heArtspace, Tai Chi), e Fondazioni (Fondazione Riccardo Catella), impegnate nella valorizzazione del verde, nella salvaguardia dell'ambiente e nel sociale, Accademie e Università (Domus Accademy, Università degli Studi di Pavia, Università degli Studi di Milano Facoltà di Agraria, Politecnico di Milano), gallerie d'arte, (Galleria Federica Ghizzoni), studi di architettura (Atmosphere, Lombardini22), società, aziende e privati cittadini (Atm, Esae, Grazia Merla). Altri aderenti, come l'Associazione 100Cascine, che quest'anno non è stato possibile accettare a causa del numero limitato dei posti disponibili, parteciperanno comunque alla manifestazione attraverso stalli virtuali, in attesa dell'edizione 2013. L'Associazione Esterni sostiene la MilanoPark(ing)day attraverso i suoi canali di comunicazione. Sarà creato un collegamento fra la manifestazione e il Milano Film Festival che si svolge al Parco Sempione dal 16 al 22 settembre. I giovani studenti dell'Istituto Europeo di Design progetteranno per l'occasione una nuova livrea per le autovetture del servizio GuidaMi di ATM, uno dei più innovativi servizi per aiutare la città a eliminare le tante auto che sostano inutilizzate per lunghi periodi lungo le strade cittadine.

Infine, nel rispetto della crescente attenzione per il riciclo, il prato pronto e le piante che sono donate dall'impresa Euroambiente del gruppo Zelari per rivestire l'area comune interessata dalla manifestazione in Largo Cairoli non andranno perdute, ma saranno destinate ad uno dei giardini condivisi, aperti quest'anno a Milano, grazie alla Convenzione promossa da Elena Grandi, Presidente Commissione Verde, Ambiente, Demanio e Casa della Zona 1 e dagli Assessori Benelli, Castellano e Maran lo scorso maggio. Durante la giornata sono previsti intrattenimenti musicali e teatrali, spettacoli per bambini, e incontri tra le Associazioni dei giardini condivisi e i rappresentanti del Comune nella persona di Pierfrancesco Maran, Assessore all'Ambiente, Verde, Traffico e Arredo Urbano, Elena Grandi, presidente Commissione Verde, Ambiente, Demanio e Casa della Zona 1, e Stefano D'Onofrio, consigliere di Zona 1, per discutere di mobilità, verde pubblico e verde condiviso, e immaginare la Milano del futuro. La manifestazione è supportata da vari Partners tra cui ATM Guidami, N.A!-Ricola, Euroambiente, Lifegate, Maranon, 13ricrea, Landar-t, Parc Nouveau, Gi&Gi, Green-T, Miss Cup, e lo studio di architettura Lombardini22, che creerà un proprio Park(ing)day di fronte alla propria sede, in Zona 6, con un progetto intitolato "Mare bianco, il Mediterraneo visto da sud", in cui propone una esplorazione creativa sul tema dello spazio urbano e gioca con i simboli del Mediterraneo.
Marilisa Romagno
autore

condividi su