10/08/2020 - 14:57

I mille e uno modi per amare il CBD

Salute e benessere.

Al mondo esistono poche sostanze chimiche possono avere una varietà di effetti benefici per il corpo umano così ampia come il cannabidiolo, abbreviato CBD. 

Il cannabidiolo è uno dei cannabinoli contenuto nella cannabis
Il cannabidiolo è uno dei cannabinoli contenuto nella cannabis, al pari del più famoso cugino THC, anche se con questo ha davvero poco a che fare.

Quel che è stato scoperto è infatti che il CBD ha delle proprietà che sono praticamente complementari a quelle del THC, e funziona anche per temperarne i lati negativi.

Preso singolarmente, il CBD ha delle proprietà davvero preziose, in quanto esso può costituire un ottimo rimedio naturale per ridurre lo stress fino all’utilizzo che ne viene fatto per trattare i sintomi di malattie croniche
Inoltre, il CBD può essere assunto sotto varie forme come per esempio oli per uso alimentare o per l’aromaterapia, le infiorescenze di cannabis light e i semi. Molti di questi prodotti si trovano con maggiore facilità online, nelle varie piattaforme di e-commerce che di recente hanno conquistato il web. 

Pare che i primi di cui abbiamo che si accorsero che le varietà di pianta di cannabis ad alto contenuto di CBD che c’erano a quei tempi potevano essere utilizzati in ambito medico furono i cinesi. 
Se anche prima altri popoli ne avessero scoperto le proprietà non ve ne sono testimonianze, mentre i trattati di medicina di questo paese d’oriente fanno chiaro riferimento agli effetti rilassanti della cannabis. 

Proprio come rimedio calmante è tornato in voga ai nostri giorni la canapa light, ad alto contenuto di CBD
Almeno al principio. A cascata poi si sono susseguiti studi e le relative scoperte circa l’efficacia terapeutica del cannabidiolo in relazione a una vasta gamma di patologie e condizioni di sofferenza. 

In tutto il mondo, la reazione è stata straordinaria. A macchia d’olio sono fioccati provvedimenti volti alla legalizzazione della canapa light e per rimuovere il CBD dalla lista delle sostanze vietate in molti ordinamenti. 
La ricerca farmaceutica e medica non ha più cessato di cercare nuove e definitive conferme delle proprietà curative della marijuana a alto contenuto di CBD, mentre molti medici stanno spingendo per la creazione di cliniche in cui molte patologie possano essere trattate con i prodotti a base di cannabidiolo. 

Accanto a queste vorticose conseguenze riguardo a questioni mediche e legali e andando ad analizzare l’Italia nello specifico, c’è stato un risvolto economico nel nostro paese che dovrebbe essere maggiormente valorizzato. L’espansione del settore di coltivazione della canapa è stata impressionante sia da un punto di vista di terreni occupati che di profitti, che sono quasi raddoppiati in pochissimi anni. 
Di conseguenza, si sono affermati growshop e piattaforme di e-commerce che operano come rivenditori di questi ricercatissimi prodotti ad alto contenuto di CBD. 

Queste ultime circostanze analizzate derivano da un’altissima domanda. A cosa è dovuta? È presto detto. Tali prodotti hanno un utilizzo molto vario, sia nei casi in cui esso ha efficacia che nelle modalità d’uso concrete. 

Gli effetti del CBD vanno a interessare tutto il nostro organismo, dalla testa ai piedi. A livello mentale si è già detto che va ad agire in maniera complementare al THC, infatti è un composto che serve per diminuire gli stati d’ansia, da quella sociale per arrivare fino a quella da stress post-traumatico
Si è notato a questo proposito, che il cannabidiolo modifica il flusso sanguigno in una maniera tale da diminuire la probabilità di successivi attacchi d’ansia, quindi lavorando anche in via preventiva. 

Quando abbiamo parlato di rilassamento non si faceva riferimento meramente al rilassamento mentale che si sostanzia in una riduzione dello stress di tutti i giorni, ma anche a livello fisico
Il composto chimico va ad agire come miorilassante, che oltre ad essere utile post-allenamento sportivo, si combina con l’effetto del CBD a livello neurologico per dare sollievo a coloro che, a causa della sclerosi multipla, soffrono per gli spasmi muscolari che la malattia spesso comporta. Non meno importanti gli utilizzi antinfiammatori per i reumatismi e l’artrite o quelli antidolorifici, usati anche per i crampi addominali dovuti al ciclo mestruale
Agendo anche a livello ormonale, il CBD non solo regolarizza molte delle funzioni del nostro corpo, ma può essere ancora un valido aiuto per il genere femminile a contenimento della sindrome premestruale e delle manifestazioni dell’insorgenza della menopausa

Spesso il cannabidiolo viene usato come additivo nelle creme di bellezza. Prima di tutto per la sua azione antiossidante e fortemente idratante, cha aiuta a combattere i segni della vecchiaia, ma anche per trattare le malattie e le infiammazioni della pelle, come ad esempio l’acne e la psoriasi. Quello appena descritto è solo uno dei tipi di prodotti contenente CBD che si possono trovare sul mercato. 
Anche le creme, in realtà, sono realizzate aggiungendo alla base un olio ad alta concentrazione di cannabidiolo. 
L’estratto oleoso che si ricava dalla cannabis light ad alto contenuto di CBD è molto pratico da usare per diversi fini. 
Le sue proprietà rilassanti sono sfruttate per l’aromaterapia, il gusto e la ricchezza di nutrienti a fini alimentari e infine per le proprietà terapeutiche funziona quasi come integratore. 

Ad aggiungersi a questo tipo di prodotto, ricordiamo poi i semi di canapa, che sono un vero e proprio concentrato di cannabidiolo e proteine, che sono stati ammessi ad alcune condizioni per fini alimentari, nonché le infiorescenze di cannabis light. 

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati