09/04/2015 - 17:00

I frati di Assisi a sostegno del Corpo Forestale dello Stato

"Accorpare il Corpo forestale dello Stato alla Polizia è un regalo alle ecomafie, la natura va tutelata". Lo dichiarano i frati della Basilica di San Francesco d'Assisi sul sito sanfrancescopatronoditalia.it, schierandosi contro la "proposta del Governo" per "un Corpo di polizia di quasi duecento anni che da sempre si occupa dell'ambiente, della natura e del creato a 360 gradi".
L'accorpamento della Forestale alla Polizia di Stato è "una manovra che non solo determinerà la perdita della competenze che negli anni gli uomini e le donne della Forestale hanno acquistato nel settore ambientale, ma che lascerebbe campo libero alle ecomafie contro le quali la Forestale è impegnata in prima linea da diverso tempo". I Frati, oltre a ricordare le attività principali della Forestale, dalla tutela dell'ambiente alla salvaguardia della biodiversità, dalla sicurezza pubblica e protezione civile alla lotta agli incendi boschivi fino alla sicurezza agroalimentare, concentrano l'attenzione sul "significativo contributo" del Corpo nella 'Terra dei fuochi' a fianco di Don Patriciello. Inoltre "la Forestale collabora con 'Libera', l'associazione di Don Luigi Ciotti". "Qualora la Forestale chiudesse - concludono - i cittadini dovrebbero rinunciare" a tutto questo.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su