21/02/2018 - 02:58

Guida ANIE sui rifiuti tecnologici per le aziende che entrano ora nel sistema RAEE

Anie presenta la guida RAEE: uno strumento utile per le imprese che, per la prima volta, entrano nel sistema dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

Maria Antonietta Portaluri, Direttore Generale di ANIE: “Necessario un quadro di riferimento stabile, certo e chiaro circa l’applicabilità operativa della direttiva, a beneficio dell’intero sistema RAEE Nazionale”
 

raccolta differenziata dei RAEE

Anie presenta la guida RAEE: uno strumento utile per le imprese che, per la prima volta, entrano nel sistema dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

Maria Antonietta Portaluri, Direttore Generale di ANIE: “Necessario un quadro di riferimento stabile, certo e chiaro circa l’applicabilità operativa della direttiva, a beneficio dell’intero sistema RAEE Nazionale”
 
E’ stata presentata a Milano, il 20 febbraio 2018,  la Guida RAEE di ANIE Confindustria, una delle più importanti organizzazioni Confindustriali per peso e rappresentatività che, con oltre 1.300 aziende associate, 468.000 addetti e un fatturato aggregato di 74 miliardi di euro, rappresenta la casa delle tecnologie italiane nei mercati dell’Industria, dell’Energia, del Building e delle Infrastrutture di trasporto.
 
Mancano, infatti, poco meno di sei mesi al 15 agosto, giorno in cui entreranno in vigore le norme sull’”apertura dello scopo” (Open scope) previste dal Decreto Legislativo 49/2014 che recepisce la Direttiva 2012/19 Ue e che porteranno ad una nuova regolamentazione per produttori e importatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche e che avranno come conseguenza un ampliamento del ventaglio di prodotti che a fine vita dovranno essere avviati al recupero in quanto RAEE.
 
In questo mutato contesto, la Guida di ANIE Confindustria nasce con l’obiettivo di guidare le imprese che per la prima volta entrano nel Sistema RAEE, ad affrontare gli obblighi e le criticità che ne derivano, così da chiarire, nel pieno rispetto dei principi interpretativi identificati dalla direttiva comunitaria, possibili dubbi in merito al campo di applicazione e favorire un’interpretazione armonizzata grazie ad indicazioni pratiche relative a obblighi di finanziamento, modalità di iscrizione e rendicontazione al Registro RAEE (e ai sistemi collettivi) e altri adempimenti amministrativi in capo ai produttori.
 
“L’Industria Elettrotecnica ed Elettronica, che ANIE Confindustria rappresenta, è da sempre tra i settori più attenti alla normativa ambientale e ha identificato nel percorso verso la sostenibilità non un vincolo ma una reale opportunità di crescita” ha commentato Maria Antonietta Portaluri, Direttore Generale di ANIE Confindustria

“Il lavoro di Federazione ANIE parte dalla consapevolezza che la direttiva sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche sia un tassello fondamentale all’interno di un’idea di economia circolare che sempre più si sta delineando e rafforzando. Abbiamo messo a disposizione delle Aziende la nostra esperienza con l’obiettivo di creare un quadro di riferimento stabile, certo e chiaro circa l’applicabilità operativa della direttiva, a beneficio dell’intero sistema RAEE Nazionale che ha obiettivi di raccolta definiti a livello europeo”.
 
La Guida RAEE di ANIE Confindustria ha una struttura modulare, composta da Linee Guida comuni e differenti allegati tecnici specifici per categorie di prodotti, prestandosi così ad ampliamenti ed adeguamenti nel tempo in grado di considerare la continua innovazione tecnologica. 

Le Linee Guida, redatte con il contributo del Centro di Coordinamento RAEE, sono frutto di riflessioni condivise con il Comitato di Vigilanza e Controllo e mettono a disposizione delle imprese tutte le necessarie informazioni indispensabili per individuare, non solo quali apparecchiature debbano intendersi incluse o escluse dal perimetro applicativo RAEE, ma anche quale categorizzazione e regime gestionale debba essere loro attribuito.
 
 
ANIE Confindustria, con oltre 1.300 aziende associate e circa 468.000 occupati, rappresenta il settore più strategico e avanzato tra i comparti industriali italiani, con un fatturato aggregato di 74 miliardi di euro (di cui 30 miliardi di esportazioni). 
Le aziende aderenti ad ANIE Confindustria investono in Ricerca e Sviluppo il 4% del fatturato, rappresentando più del 30% dell’intero investimento in R&S effettuato dal settore privato in Italia

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati
  • Sostenibilità ambientale. Rifiuti elettrici ed elettronici. Tutto sui RAEE in dieci punti
    Leggi
    31/01/2018 - 00:57
    Ambiente

    Sostenibilità ambientale. Rifiuti...

    Il simbolo del bidone barrato, che è presente su questi prodotti, indica che devono essere raccolti e riciclati e quindi non vanno mai gettati tra i rifiuti indifferenziati. Esistono diverse categorie di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, in sigla RAEE, i raggruppamenti (vedi...

  • RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)
    Leggi
    19/02/2018 - 17:03
    Ambiente

    Remedia: avviate al riciclo mezzo...

    Ambiente, economia circolare ed ecologia: un 2017 in ulteriore crescita per il Consorzio Remedia: 120 nuovi produttori aderenti e raccolta in costante aumento, che ha raggiunto 90.000 tonnellate di rifiuti tecnologici.

  • RAEE
    Leggi
    11/12/2017 - 21:42
    Ambiente

    Cdc RAEE e OPTIME insieme contro gli...

    Oggi, 11 dicembre 2017 a Milano, il Centro di Coordinamento RAEE istituito con lo scopo di ottimizzare la raccolta, il ritiro e la gestione dei RAEE - Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche su tutto

  • Rifiuti tecnologici. Come funziona la raccolta differenziata dei RAEE
    Leggi
    12/11/2017 - 11:18
    Ambiente

    Rifiuti tecnologici. Come funziona la...

    Esistono diverse categorie di RAEE, i raggruppamenti (vedi schema), e per ciascuna sono previsti distinti contenitori per la loro raccolta. I rifiuti di ciascun raggruppamento sono trattati in specifici impianti che consentono il recupero di diverse materie prime seconde.