15/10/2009 - 14:57

Governance ambientale e sviluppo sostenibile: per una road map italiana da Kyoto a Copenaghen.

Roma - Martedì 20 ottobre 2009, presso l'Auditorium Unicef si terrà il convegno del progetto Governance ClimAEnergia sul rinnovato impegno trasversale della P.A. in tema di sviluppo sostenibile, nell'interazione tra livello locale e nazionale, guardando alla Conferenza di Copenhagen.
Il progetto Governance ClimAEnergia del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in collaborazione con il Formez prosegue nel suo impegno a voler aprire nuove e molteplici strade al dialogo interistituzionale sul ruolo decisivo di una PA ecoresponsabile in materia di clima ed energia a sostegno dello sviluppo sostenibile, necessario oggi più che mai in vista dell'auspicata stipula di un accordo globale in materia di cambiamento climatico e riduzione delle emissioni alla Conferenza di Copenhagen di dicembre 2009.
Occasione per un ulteriore confronto sulle attività sviluppate dal progetto fino ad oggi nel campo della ricerca scientifica, dell'innovazione e della formazione continua della pubblica amministrazione, sarà il convegno dal titolo "Governance ambientale e sviluppo sostenibile: per una road map italiana da Kyoto a Copenhagen" che avrà luogo il giorno 20 ottobre 2009 a Roma presso l'Auditorium dell'Unicef, in via Palestro 68, zona Termini, dalle ore 09:30 alle ore 16:30.
I lavori del convegno si svolgeranno in due diverse sessioni. Dopo i saluti del Presidente del Formez Carlo Flamment, del Segretario Generale del Ministero dell'Ambiente Marco De Giorgi, ad aprire la serie di interventi sarà il Direttore Generale della DG Ricerca e Sviluppo del Ministero dell'Ambiente Corrado Clini, che entrerà nel merito delle politiche di intervento del Ministero in vista della prossima conferenza di Copenhagen. Arturo Siniscalchi, responsabile del progetto Governance ClimAEnergia parlerà delle attività intraprese a supporto delle PA italiane in materia di sviluppo sostenibile e presenterà i risultati raggiunti.
A seguire i relatori illustreranno aspetti più strettamente scientifici legati ai temi trattati. In particolare, Sergio Castellari, IPCC Focal Point, Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici (CMCC), interverrà sul nuovo accordo globale climatico nella prospettiva da Kyoto a Copenhagen e Emanuele Burgin, Presidente di Agenda 21, interverrà sul tema dell'impegno degli enti locali per le politiche di sviluppo sostenibile e di riduzione dei gas climalteranti.
A chiusura della mattina, rappresentanti delle cinque regioni coinvolte direttamente nel progetto (Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte e Sicilia) illustreranno le principali esperienze maturate in campo ambientale.
Nel pomeriggio, i lavori proseguiranno con la presentazione dei risultati di dettaglio del progetto Governance ClimAEnergia e la simulazione del "Laboratorio di concertazione ambientale" - uno degli strumenti innovativi per la governance sperimentati presso le regioni pilota da parte dell'area Analisi dei modelli organizzativi del Progetto - al quale parteciperanno in un confronto dialettico rappresentanti del Ministero e delle Regioni.
 
Chairperson della giornata sarà Gugliemo Pepe, Direttore di National Geographic Italia
 
Chiunque fosse interessato a partecipare al convegno è pregato di inviare una mail di adesione al seguente indirizzo: v.flora.euform@formez.it
 
Tommaso Tautonico
autore

condividi su