01/01/2013 - 01:00

Global warming: piogge sempre più estreme

E' questa la conclusione dei ricercatori dell'istituto francese Cemagref. Un fenomeno che sembra riguradare non solo la Francia ma anche altri territori.I periodi di pioggia estremi aumenteranno sempre più.
A causa del riscaldamento globale in Francia, e probabilmente non solo, si sono verificati di frequente brevi periodi di precipitazioni ad alta densità che spesso hanno provocato inondazioni.
Questo è quanto hanno concluso i ricercatori dell'istituto francese Cemagref.
Questi periodi di pioggia particolarmente intensa e a rischiosa ci sono sempre stati, solo che - visto che sono stati studiati e osservati raramente - è difficile riuscire a tracciare delle tendenze.
Per superare queste difficoltà e determinare se gli eventi di precipitazioni estreme siano sempre più frequenti a causa del riscaldamento globale, i ricercatori hanno utilizzato un modello matematico chiamato il "generatore di pioggia".
Oltre a riprodurre statisticamente eventi di pioggia passati, il modello è in grado di determinare le probabilità che si verifichino piogge estreme di nuovo ed eventualmente se queste possano causare situazioni di pericolo (acque torrenziali alte, inondazioni).
Si stima che questi periodi di piogga estremi aumenteranno nei prossimi decenni.
Queste analisi, basate su una lunga serie di dati di misurazioni raccolte da Météo-France, hanno rivelato una tendenza all'aumento del numero di eventi estremi, come le precipitazioni in Francia.
Questo approccio è stato poi aggiunto ai dati forniti dai modelli climatici, che utilizzano scenari meteorologici che coprono il periodo fino al 2050 e il 2100. Secondo i risultati iniziali, la parte settentrionale della regione della Lorena e la parte orientale dei monti Cévennes potrebbero trovarsi di fronte a precipitazioni più frequenti e intense.
 
Marilisa Romagno
autore

condividi su