01/01/2013 - 01:00

Gli studenti diventano energy managers

Enerman è il personaggio di un videogioco che trasformerà gli studenti di terza media in energy manager. Nel videogioco, realizzato dall'associazione RuotePerAria, ogni studente ha il compito di abbattere le emissioni di CO2 della scuola adottando una serie di provvedimenti mirati a un più corretto utilizzo delle risorse energetiche.
Si chiama Enerman il nuovo personaggio che insegnerà ai ragazzi di terza media quali regole mettere in pratica per risparmiare energia.
Enerman (the Energy Manager) è un videogioco, realizzato dall'Associazione RuotePerAria nell'ambito del Progetto Ecoscuola, finanziato e patrocinato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e riconosciuto dall'Unesco come contributo significativo per il Decennio dell'educazione allo sviluppo sostenibile 2005-2014. Il kit didattico verrà spedito gratuitamente alle scuole d'Italia che partecipano al progetto (Milano, Trieste, Verona, Firenze, Terni, Roma, Cosenza, Lecce e Palermo) e sara' disponibile a partire dalla meta' di maggio.
E'destinato a tutti i ragazzi che frequentano la terza media i quali vestono i panni di un energy manager. Ogni studente ha il compito di abbattere le emissioni di CO2 della scuola mettendo in atto una serie di provvedimenti mirati a un più corretto utilizzo delle risorse energetiche. Lo studente ha così la possibilità di giocare e imparare in maniera intelligente comportamenti quotidiani utili a ridurre gli sprechi e ridurre l'inquinamento.Un glossario contenente le definizioni dei termini tecnici potrà fornire tutte le spiegazioni necessarie a comprendere meglio gli strumenti a disposizione nel corso del gioco. In base al punteggio ottenuto il giocatore riceverà un Ecodiploma. Obiettivo del gioco è il raggiungimento del miglior risultato ecosostenibile per la scuola. Gli studenti dovranno rispondere a domande sull'isolamento termico, la raccolta differenziata, il risparmio idrico, le moderne tecnologie per produrre energia rinnovabile, come i pannelli solari, gli impianti eolici e quelli geotermici. 
Marilisa Romagno
autore

condividi su