01/01/2013 - 01:00

Gli edifici italiani non sono efficienti: Riqualificare gli immobili e qualificare i professionisti per promuovere l'efficienza energetica

Gli edifici in Italia non sono efficienti: il 79,2% è stato costruito prima del 1980; quasi la metà degli impianti termoidraulici installati (49,5%) sono stati realizzati prima del 1990 e l'81,5% delle abitazioni è caratterizzato da un livello di isolamento termico valutato dagli inquilini come medio o scarso. Perciò la sfida all'efficienza energetica, per raggiungere gli obiettivi del 20-20-20 indicati dalla Comunità Europea, si gioca non solo sul campo della riqualificazione degli immobili esistenti ma soprattutto attraverso un percorso di qualificazione degli installatori. Dal 1° agosto 2013, infatti, gli installatori avranno l'obbligo di ottenere dei patentini per installare impianti ad energia rinnovabile. Un tema particolarmente rilevante poiché sul territorio nazionale operano 99.269 impiantisti elettrici e 84.692 nel settore riscaldamento e climatizzazione .
Per spiegare agli installatori come cambierà la propria professione alla luce di questa direttiva, nell'ambito di MCE - Mostra Convegno Expocomfort (Fiera Milano, 27-30 marzo) si è svolto con successo il convegno organizzato da Domotecnica - la prima rete nazionale in franchising per le aziende di installazione che operano nel campo dell'efficienza energetica -, dal titolo "Fonti rinnovabili ed Efficienza Energetica: dalla Certificazione dei Prodotti alla Qualificazione degli operatori". Un momento di confronto che ha visto la partecipazione attiva di istituzioni e di oltre 640 professionisti - tante imprese di installazione ma anche progettisti, produttori ed esperti del settore - per fare il punto sui criteri per la certificazione, le competenze necessarie e il percorso di formazione dell'installatore.

Dopo il saluto iniziale di Massimiliano Pierini - Business Unit Director Reed Exhibitions Italia -, Luca Dal Fabbro - Amministratore Delegato di Domotecnica - ha introdotto i lavori; Marcello Garozzo - esperto nella Segreteria del Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed ex Direttore del Dipartimento Ambiente dell'Enea -, ha invece parlato della ratifica delle disposizioni europee che prevedono per gli installatori l'obbligo di ottenere - a partire dal 1 agosto 2013 - un patentino per operare nell'ambito dell'efficienza energetica; Lorenzo Epis - formatore C.I.G. -, infine, ha fatto il punto sulla situazione attuale a livello normativo e ha illustrato le opportunità che ne potrebbero derivare da una corretta applicazione.

"L'obiettivo del convegno - spiega Luca Dal Fabbro, amministratore delegato di Domotecnica - è quello di fare dell'installatore il vero e unico protagonista, puntando sui temi più stringenti della professionalità. Se l'offerta convegnistica generalmente punta sull'efficienza degli edifici, noi abbiamo focalizzato l'attenzione sull'efficienza del proprio lavoro e del necessario percorso di specializzazione e formazione che deve esser intrapresero per poter operare in questo particolare ambito".

"È stato un vero piacere per me aprire i lavori di questo Convegno - ha dichiarato Massimiliano Pierini, Business Unit Director Reed Exhibitions Italia - che risponde perfettamente ad uno degli obiettivi primari di MCE: fornire agli operatori non solo opportunità di business ma anche e soprattutto informazione e crescita professionale. Sono stato quindi particolarmente lieto di riscontrare una partecipazione così consistente ed attenta".
Vesna Tomasevic
autore

condividi su