23/08/2015 - 09:45

Gestione rifiuti a Roma: dall'eco-asfalto al riciclo delle lampadine usate

Roma fa un passo avanti, anzi due, sulla strada verso una corretta gestione dell'ambiente.
L'assessore all'Ambiente della Giunta Capitolina, Estella Marino, ha infatti appena annunciato due buone notizie sul versante della gestione sostenibile della Capitale: la prima riguarda il via libera da parte dell'Ama di un nuovo materiale riciclato hi-tech, il cosiddetto "eco-asfalto", la seconda i buoni risultati raggiunti nella raccolta differenziata delle lampadine.
 
Ottenuto ufficialmente il brevetto a ottobre prossimo, Ama darà il via alla produzione di "eco-asfalto" a base di mineralized biomass, a sua volta derivata dal riuso del FOS, la Frazione Organica Stabilizzata dei rifiuti indifferenziati, si legge sul sito del Comune di Roma. 
 
Si tratta di un nuovo materiale ottimo per costruire strade e piste ciclabili il cui suo permetterà anche il taglio delle spese di trasporto del FOS (che invece viene lavorato direttamente nei centri Ama) e chiuderà il ciclo dell'indifferenziato nella Capitale "che oggi finisce nelle discariche fuori Regione", portando così a compimento "il processo avviato con la chiusura di Malagrotta" ha spiegato la Marino. Ma non solo. Ama potrà anche esportare sia nel resto d'Italia che all'estero il suo know-how su questa nuova tecnologia made in Italy.
 
L'altra buona notizia che vede la Capitale compiere scelte sostenibili a tutela dell'ambiente è quella emerge dagli ultimi dati di Ecolamp, il consorzio che raccoglie e ricicla le lampade esauste. Nel primo semestre del 2015 sono state infatte raccolte a Roma 68 tonnellate di lampadine usate, un record secondo solo alla performance della provincia di Milano. 
 
Anche questo è un segnale "che la direzione intrapresa, nonostante il tanto lavoro che resta da fare, è quella giusta" ha commentato l'assessore Marino.
Rosamaria Freda
Direttore Editoriale

condividi su