22/03/2011 - 12:49

Fà la cosa giusta: consumo critico e stili di vita sostenibili

Le nuove tendenze degli stili di vita alternativi: da una riscoperta "gustosa" del valore degli scarti alla moda etica ai nuovi prodotti per la mobilità ciclabile, passando per servizi per rendere sostenibile il proprio ufficio e proposte per rendere più piacevole il nostro tempo libero.
Dal 25 al 27 marzo torna Fa' la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, dopo il successo della passata edizione, che ha visto la partecipazione di 65mila visitatori, 620 espositori e 1400 studenti partecipanti al Progetto Scuole. Quest'anno la grande protagonista sarà l'alimentazione, con una sezione speciale completamente dedicata al cibo buono e giusto: non solo agricoltura biologica o biodinamica, produttori a filiera corta o a km zero, ma anche ricette contro lo spreco e percorsi interattivi alla scoperta dei nostri prodotti culinari. Da non perdere, all'interno della sezione speciale Mangia come parli, l'iniziativa "La cucina fa spettacolo": in un spazio attrezzato con utensili ed elettrodomestici, cuochi milanesi, food blogger, consorzi di produttori, semplici appassionati e "vip" dei fornelli si alterneranno nel presentare ricette legate alla tipicità, all'utilizzo degli scarti, alla sperimentazione, all'identità della nostra cultura.

Una dei protagonisti della sezione sarà l'eco-cucina di Lisa Casali e Tommaso Fara, che, all'interno di laboratori dedicati ad adulti e bimbi, insegneranno come cucinare dei gustosissimi piatti utilizzando ciò che normalmente viene considerato uno scarto da buttare: bucce di verdura e frutta, semi, parti verdi e legnose dei vegetali.
Naturalmente ci sarà spazio anche per la moda critica e sostenibile, che si presenta al grande pubblico e ai media nazionali dopo il successo di So critical so fashion, il primo salone della moda critica in Italia (che tornerà a settembre 2011). Saranno protagonisti i piccoli marchi indipendenti che propongono una moda bella e originale, sempre molto glamour, ma allo stesso tempo ricca di valori etici ed estetici.
Fa' la cosa giusta! sarà anche molto altro: 12 le sezioni tematiche, dedicate alle famiglie, come Monelli Ribelli (giochi, prodotti e laboratori per i più piccoli), Abitare Sostenibile (per scoprire come vivere meglio in case sane e energeticamente efficienti) ed Ecoprodotti (tutte le novità per vivere quotidianamente in modo naturale).

In occasione dell'anno europeo del volontariato, particolare attenzione sarà data al Terzo settore all'interno della sezione Pace e partecipazione, che per questo motivo ha ottenuto il Patrocinio dell'Unione Europea. Ampio spazio avranno anche il Commercio equo e solidale e le cooperative carcerarie, raccolte nella sezione Sprigioniamoci!, l'unica vetrina in Italia per le centinaia di prodotti e servizi d'eccellenza che quotidianamente vengono realizzati in carcere: alimentari, abbigliamento e accessori, ma anche spettacoli teatrali, laboratori per le scuole, catering e giardinaggio. Non mancheranno anche le proposte per le aziende, sempre all'insegna delle scelte ecologiche ed innovative, che saranno raccolte all'interno della sezione Servizi sostenibili per le imprese. E poi, turismo solidale, editoria indipendente, mobilità sostenibile e molto altro ancora.
Non finisce qui: oltre allo shopping a qualità totale (bello, buono, giusto e verde) e ai laboratori di autoproduzione, Fa' la cosa giusta! offrirà anche un ampio programma di incontri culturali e molti momenti di convivialità con degustazioni e punti ristoro tanto sostenibili quanto gustosi.
Marilisa Romagno
autore

condividi su