30/07/2021 - 16:00

Estate 2021 in compagnia di Corepla: il riciclo in estate non va in vacanza

Il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica, Corepla, non va in vacanza e approfitta della bella stagione per ricordare a tutti come la plastica possa trasformarsi in una risorsa preziosa da non sprecare e lo fa attraverso due campagne informative.

Corepla, riciclo

Estate 2021 in compagnia di Corepla. Il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica, coglie l’occasione della bella stagione per lanciare due importanti campagne informative che ricordino agli italiani che le buone prassi del riciclo degli imballaggi in plastica non possono andare in vacanza, anzi. La nuova campagna istituzionale firmata da Intarget e guidata dal claim “Dove tu vedi solo plastica, c’è già una risorsa” invita a guardare oltre la prima impressione e incentra il suo messaggio sul concetto che la plastica, se correttamente raccolta e riciclata, contribuisce alla salvaguardia del nostro territorio e può trasformarsi in migliaia di oggetti utili ed esteticamente piacevoli. Con un efficace gioco di ombre, i primi due soggetti di campagna legati proprio ai temi dell’estate e dello sport, ricordano che una bottiglia può ambire a rinascere scarpa da running e il dispenser di una crema solare può proiettarsi in un kit di giochi da spiaggia per bambini. Grazie al riciclo.

Contestualmente è già on air sui principali circuiti radiofonici nazionali una campagna di spot, firmata Armando Testa, di altrettanta efficacia comunicativa. La plastica, sottoforma di bottiglia, si presenta all’ufficio di “ricollocamento” per tornare nuova risorsa e rinascere in un vestito d’alta moda. Una narrazione ironica ma efficace che si allinea a quella della campagna istituzionale e che investe sulla volontà generale di non concedere deroghe alla possibilità, per la plastica, di vivere vite multiple attraverso il riciclo e il riuso, a tutto beneficio dell’Ambiente.
Tutto questo è possibile grazie all’impegno quotidiano di ognuno di noi. Poche semplici regole da ricordare per fare davvero la differenza. Prima di tutto non disperdere gli imballaggi in plastica nell’ambiente ed inserirli sempre nei contenitori dedicati; se non si trovano nelle vicinanze, soprattutto in vacanza, basta un piccolo sforzo: portarli in paese, il 95% dei Comuni italiani ha attivato il servizio di raccolta differenziata; così  si eviterà anche che dalla terra ferma finiscano nei fiumi e nel mare.

Attenzione, non tutti i Comuni fanno la raccolta differenziata nello stesso modo, bisogna sempre controllare se la plastica va raccolta da sola o con altri materiali. Svuotare bene il contenuto (non serve lavare) e schiacciare gli imballaggi per ridurne il volume; privarli delle etichette coprenti che ricoprono tutto l’imballaggio, per facilitarne il riciclo. E se prima di buttarli volete dar sfogo alla fantasia, i contenitori in plastica possono diventare accessori originali per personalizzare la vostra casa o il vostro look.
“L’estate è la stagione delle gite e del relax – ha sottolineato il presidente di Corepla, Giorgio Quagliuolo – aumentano i momenti di vita all’aria aperta e con questi la necessità di gestire con attenzione i nostri imballaggi. In questo senso, ci è parso utile ricordare a tutti, attraverso le nostre campagne, l’importanza di guardare oltre la prima impressione, immaginando già la nuova risorsa che il nostro rifiuto potrà diventare se facciamo correttamente la raccolta differenziata. Gli eventi dei mesi scorsi e anche le molte recenti, e drammatiche, vicissitudini collegate agli effetti dei cambiamenti climatici ci devono far riflettere sull’importanza vitale di proseguire sulla via dell’economia circolare e della sostenibilità di ogni singola attività umana, anche quella che svolgiamo quando ci occupiamo di gestire correttamente i rifiuti prodotti ogni giorno in famiglia. Non ci stancheremo mai di ripetere che è attraverso il comportamento responsabile di ognuno di noi che si raggiungono i grandi traguardi”  

 

Marilisa Romagno
autore

condividi su