01/01/2013 - 01:00

Energia dall'effetto piezoelettrico

La piezoelettricità è la proprietà di alcuni cristalli di generare una differenza di potenziale quando sono soggetti ad una deformazione meccanica. Il funzionamento di un cristallo piezoelettrico è abbastanza semplice: quando viene applicata una pressione (o decompressione) esterna, si posizionano, sulle facce opposte, cariche di segno opposto.
Il cristallo, così, si comporta come un condensatore al quale è stata applicata una differenza di potenziale e se le due facce vengono collegate tramite un circuito esterno, viene quindi generata una corrente elettrica detta corrente piezoelettrica. Se ci guardiamo attorno, il mondo è pieno di superfici vibranti che potrebbero produrre una gran quantità di energia pulita e sostenibile.
Questa è l'energia piezoelettrica, costituita cioè dalla conversione della tensione meccanica in corrente elettrica. Grazie ad un team di ricercatori europei, si sta sviluppando una dispositivo piezoelettrico in micro-scala che potrebbe raccogliere l'energia dai macchinari, e convertirla in elettricità per le infrastrutture e gli edifici. I dispositivi di piccole dimensioni sono ideali per l'uso per alimentare apparecchiature di telerilevamento, per esempio per sorvegliare i ponti o le macchine ai primi segni di deterioramento.
In tal caso essi potrebbero svolgere un ruolo chiave nel mantenimento dell'energia più efficiente per le turbine eoliche e altre infrastrutture energetiche rinnovabili, riducendo al contempo i rischi per l'uomo. Le turbine eoliche presentano alcuni problemi di manutenzione piuttosto impegnativi, e problemi di riparazione. A parte l'elemento di rischio per l'uomo rappresentato dal salire fin sulle turbine, o da imprese impegnative come l'invio di squadre e attrezzature di controllo in postazioni remote (pensate solo alle sedi offshore) può consumare un sacco di energia. Un dispositivo in loco, aggiornato in tempo reale, autosufficiente grazie al piezoelettrico, in grado di controllare la situazione a distanza, permette di risparmiare inutili viaggi, individuando al contempo i piccoli problemi molto tempo prima che si trasformino in problemi più grandi.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su