15/05/2015 - 16:00

Energia solare per alimentare i condizionatori del futuro

Energia solare: la soluzione per limitare i consumi energetici e ridurre le emissione inquinanti
Continuano ad ampliarsi le possibilità di utilizzo dell’energia solare. Tra le ultimissime novità rientrerebbe anche un condizionatore. Si tratta di un dispositivo in grado di svolgere allo stesso tempo le funzioni di climatizzazione, deumidificazione e raffreddamento. Una valida soluzione per sopravvivere alle torride temperature della stagione estiva e tutelare l’ambiente. La coscienza ambientale sembra infatti spingere sempre più italiani verso l’uso di risorse alternative. Per valutare le soluzioni delle varie compagnie energetiche potrebbe essere utile accedere alla sezione luce e gas del comparatore SuperMoney, e valutare le soluzioni proposte per le utenze domestiche.
Energia solare: nuove possibilità d’uso
Continuano ad ampliarsi le possibilità d’uso dell’energia solare grazie all’impiego di tecnologie sempre più innovative, in grado di usare il calore presente nel suolo, nell’acqua o nell’aria e canalizzarlo verso usi specifici. Per approfondire lo studio di questa interessante tematica, l’ENEA - Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile – ha organizzato un workshop per presentato “Solar heating and cooling”, ovvero l’impianto di condizionamento invernale ed estivo che funzione grazie all’uso di energia solare.
Tra le novità più interessati, l’innovativo sistema FREESCOO ovvero FREE Solar COOling, un condizionatore d’aria compatto, alimentato ad energia solare adatto agli usi residenziali e del terziario. Un solo dispositivo in grado di svolgere più funzioni, quali: climatizzazione, deumidificazione e raffreddamento. Grazie a dei pannelli fotovoltaici integrati e a due batterie per lo stoccaggio dell’energia elettrica, FREESCOO può inoltre essere utilizzato anche in assenza di elettricità, garantendo così un notevole risparmio energetico.
Le altre novità
Durante l’incontro sono state presentate altresoluzioni per la climatizzazione, appositamente pensare per il settore edilizio. Tutte basate sull’uso di risorse alternative e con la garanzia di consumi ridotti e zero emissioni inquinanti. Infatti gli edifici e i relativi impianti di climatizzazione sono responsabili del 40% del consumo globale di energia e del 36% delle emissioni totali di CO2. Valori destinati a crescere con l’imminente arrivo della stagione estiva, che ancora una volta porterà ad una forte crescita dei consumi in parte determinata anche dai condizionatori d'aria. I nuovi sistemi produttivi integrati e l’adozione di tecnologie di ultima generazione per il condizionamento degli edifici e per la produzione di acqua calda sanitaria potrebbero essere la giusta soluzione, garantendo una notevole riduzione di consumi ed emissioni inquinanti.
Andrea Manfredi
autore

condividi su