01/01/2013 - 01:00

Energia e idrogeno dal mare, a basso costo

Arriva da Ponte nelle Alpi il prototipo per produrre energia elettrica e idrogeno dal moto ondoso della marea a basso costo e a basso impatto ambientale. In più si può arrivare ad avere acqua destalinizzata e acqua calda, il tutto eliminando le emissioni di CO2.
Ma come funziona? Il sistema trasforma direttamente l'energia potenziale delle onde in elettricità usando un sistema elettronico e un generatore speciale (GIANT). Le sue prestazioni permettono un rientro degli investimenti in minor tempo rispetto agli altri sistemi che sfruttano il moto ondoso e anche all'eolico o all'idroelettrico, si può anche incrementare la potenza installata in un secondo momento perché il sistema è modulare.
 
L'impatto ambientale è minimo, non servono fondamenta o tralicci, non vi è rumore, non si usano materiali inquinanti, si vede solo un semplice galleggiante.
 
Il Giant ha una parte fissa chiamata statore e una parte mobile chiamata rotore, montata sul galleggiante, che produce elettricità (in bassa frequenza). I sistemi che ricavano energia dalle onde già in funzione non possono dare elettricità per la bassa velocità delle onde, la frequenza delle onde è in media una ogni 5 secondi.
 
Questa elettricità in bassa frequenza và a un alimentatore switchin che la trasforma in corrente continua e da questo a un inverter che la portaa 220Volt (o 380 trifase) della linea Enel per la vendita o l'utilizzo in loco; a metà di questo processo con un impianto semplificato è possibile ottenere idrogeno low cost, il tutto senza emissione di anidride carbonica.
Fonte: ecowiki.it
Vesna Tomasevic
autore

condividi su