19/11/2012 - 12:00

Energia: accordo per promuovere il Made in Italy

È stato siglato presso il Salone degli Arazzi del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), il protocollo d'intesa tra MiSE, ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane e GSE - Gestore dei Servizi Energetici.
Su indicazione del MiSE il GSE ha realizzato il progetto Corrente, volto a fornire alle imprese attive nella filiera delle rinnovabili, dell'efficienza energetica e delle reti e sistemi intelligenti per l'energia, strumenti utili allo sviluppo dei processi di internazionalizzazione: ricerca di prodotti e servizi; segnalazione di bandi nazionali ed internazionali di interesse; pubblicazioni di news; studi e documenti sul mercato nazionale ed internazionale; organizzazione di convegni, seminari, eventi di matchmaking e missioni imprenditoriali. L'Agenzia ICE, forte della sua tradizionale attività a sostegno delle imprese nei loro processi di radicamento nei mercati internazionali, cui si aggiunge la capillare presenza dei suoi Uffici all'estero, rappresenta un partner ideale nella realizzazione di iniziative comuni per la promozione all'estero delle imprese e della ricerca italiane nel campo delle rinnovabili. Per questo motivo, le Parti hanno deciso di impegnarsi nell'istituzione di un Tavolo Tecnico per l'individuazione delle priorità e delle iniziative di interesse comune da perseguire.

"L'Agenzia ICE - dichiara il Presidente dell'Agenzia, Riccardo Monti - oltre a svolgere la tradizionale attività per promuovere - attraverso missioni imprenditoriali, eventi, e seminari - il Made in Italy nel mondo, informerà anche i potenziali investitori sulle norme in tema di produzione elettrica dalle fonti di energia pulita e sui relativi meccanismi d'incentivazione nel nostro Paese". "Con questo accordo - afferma in occasione della firma il Presidente e AD del GSE, Nando Pasquali -, la nostra Società intende proseguire e rafforzare l'attività di supporto alle Istituzioni, volte, in questo caso, alla promozione dei processi d'internazionalizzazione delle aziende italiane di settore, attività già avviata attraverso la realizzazione di Corrente, a cui ad oggi hanno aderito più di 1600 aziende attive nella filiera delle rinnovabili e dell'efficienza energetica, con l'intento di fare del settore uno dei traini della crescita economica del nostro Paese". "L'Italia in questi anni ha sviluppato notevoli competenze e tecnologie nel settore della green economy", sottolinea Leonardo Senni, Capo Dipartimento per l'Energia del Ministero dello Sviluppo Economico. "Questa iniziativa favorirà la proiezione internazionale delle aziende italiane in un settore in forte crescita in tutto il mondo". Il protocollo, resterà in vigore per tre anni con l'obiettivo di rafforzare la competitività tecnologica e commerciale dell'industria dell'energia da fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica in Italia e all'estero.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su