11/02/2013 - 17:15

Enel Green Power investe in energia marina

Un 2013 all’insegna dell’innovazione tecnologica per l’azienda, che sta mostrando sempre più interesse nei confronti di geotermia ed energia marina.
La crisi economica sta mettendo ancora a dura prova gli italiani, i quali sono alla costante ricerca di metodi per risparmiare. In particolare, una delle spese peggio tollerate è quella relativa alla fornitura energetica domestica. Per tentare di alleggerire le proprie bollette una buona strategia consiste nel porre le offerte di energia elettrica più vantaggiose a confronto, sottoscrivendo poi il contratto che ci garantisca la maggiore convenienza.
 
Per venire incontro ai suoi clienti riducendo il prezzo delle tariffe Enel Green Power, società del Gruppo Enel specializzata nella produzione di elettricità da fonti rinnovabili in tutto il mondo, ha inserito nei suoi piani d’investimento anche impianti di produzione di energia geotermica e marina.
 
Uno tra i più noti fornitori di energia, Enel Energia, è stato promotore di un evento che si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Università Luiss di Roma, Cleantech Focus Italy, in cui tra gli altri è intervenuto anche Francesco Starace, Amministratore Delegato della controllata Enel Green Power, dichiarando che “servono stimoli nuovi” e che su questo fronte il Paese si sta comportando “in maniera soddisfacente”.
 
In occasione del Cleantech Focus Italy, che si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Università Luiss di Roma, Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel Green Power, ha dichiarato che “servono stimoli nuovi” e che su questo fronte il Paese si sta comportando “in maniera soddisfacente”.
 
Il progetto intende coinvolgere contemporaneamente sia l’Italia che gli Stati Uniti. “L’obiettivo – ha precisato l’AD – è di guardare al mondo e non solo all'Italia. In questo caso, come è accaduto anche in altri settori, potremmo avere successo”. 
 
Enel ha in pancia anche una collaborazione con Sharp e Stmicroelectronics per introdurre nelle sue strutture pannelli fotovoltaici a film sottile al silicio. 
 
La diversificazione delle risorse utilizzate per la produzione di energia pulita, attuata dalle grosse compagnie energetiche, è importante tanto quanto imparare a risparmiare sui consumi.
 
Questo perché pur immaginando l’illimitatezza di una risorse rinnovabile, resta il fatto che ognuna è diversa dalle altre e apporta benefici diversi in base a come viene utilizzata, come in questo caso l’energia geotermica marina.
 
Questo tipo di energia deriva dal calore emesso dalla Terra durante la sua attività magmatica, nello specifico fa capo al lavoro costante ed intenso dei vulcani sottomarini. Questi sono presenti in larga misura nel sottosuolo terrestre e manifestano in superficie la loro attività sotto forma di vaporizzazioni, più conosciute come Geyser.
 
Sfruttare questo tipo di energia è completamente naturale e permette di ottenere grosse quantità di energia: questa viene viene detta geotermica proprio perché sfrutta l’elevata temperatura all’interno della Terra che aumenta all’aumentare dalla distanza con la crosta terrestre.
 
L’energia dei vulcani sotterranei è quindi un’energia pulita che genera a sua volta altrettanta energia pulita quando viene convertita dai grossi impianti messi a disposizione dalle compagnie erogatrici.
SuperMoney
autore

condividi su