28/02/2018 - 10:33

Emission trading: approvata la nuova riforma comunitaria

Il Consiglio Ue approva la riforma del mercato delle quote di emissione. Obiettivo: tagliare del 40% le emissioni rispetto al 1990.

emission trading

Dal 2021 il taglio delle emissioni sarà più serrato, si riduce del 2,2% il tetto massimo di emissioni annue. E' una delle novità proposte dalla nuova riforma del mercato delle quote di emissioni, l'ETS, Emission Trading Scheme, approvato dal Consiglio europeo che entra in vigore il ventesimo giorno successivo rispetto alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Nuova riforma Emission trading, cosa cambia?

Le novità introdotte permetteranno di tagliare del 40% le emissioni di CO2 dell'eurozona rispetto al 1990. Cambiano anche le percentuali di quote da mettere all'asta: si passa al 57% con una flessibilità del 3% in caso di quote gratuite. Per evitare il carbon leakage, la delocalizzazione delle imprese in parti del mondo dove le politiche climatiche sono più permissive, vengono ulteriormente limitate le quote gratuite.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati