28/05/2018 - 16:53

#EmergenSea: riciclare le bottiglie in PET per proteggere la natura e il mare

Marevivo Italia lancia insieme a CSIO di Roma - Piazza di Siena, la campagna #EmergenSea installando a Villa Borghese la nuova macchina compattatrice che permetterà di riciclare correttamente le bottiglie di plastica.

 #EmergenSea

“Vinci con noi la gara più importante: proteggere la natura e il mare” questo il messaggio che Marevivo Italia lancia insieme a CSIO di Roma - Piazza di Siena, che ha aderito alla campagna #EmergenSea lanciata dall’associazione installando a Villa Borghese la nuova macchina compattatrice che permetterà di riciclare correttamente le bottiglie di plastica.

In occasione dell’86 edizione del concorso ippico internazionale Piazza di Siena sarà possibile riciclare le bottiglie in PET,dal 24 al 27 maggio, tra eventi di informazione e occasioni di divertimento per adulti e bambini. Oltre a promuovere un corretto smaltimento dei rifiuti, l’iniziativa mira a sensibilizzare i cittadini sull’importanza del contributo individuale, in perfetta linea con lo slogan di #EmergenSea: Ognuno di noi può fare qualcosa per difendere il mare”. Raccogliere e riciclare, infatti, sono gesti di responsabilità indispensabili per la salvaguardia dell’ambiente.

Ogni anno nel mondo vengono prodotte 280 milioni di tonnellate di plastica e, secondo diversi studi, si stima che oltre il 10% finisca in mare. E’ come se, ogni minuto, un camion versasse il suo contenuto di rifiuti nelle acque. Si prevede che nel 2050 le tonnellate prodotte diventeranno 400 milioni. Marevivo, impegnata a contrastare l’inquinamento, ha così deciso di lanciare #EmergenSea, la campagna di sensibilizzazione e informazione il cui claim è “Ognuno di noi può fare qualcosa per difendere il mare” per mettere in evidenza come i rifiuti possono diventare una risorsa e non un pericolo per l’ambiente. Solo attuando un’economia circolare, con azioni concrete come quelle del recupero e del riciclo di tutti i rifiuti prodotti dalla nostra civiltà, si potrà sperare di arrestare l’inquinamento che sta distruggendo il nostro mare, mettendo a rischio la sopravvivenza dell’uomo sul pianeta. I rifiuti infatti possono avere mille vite, assumere nuove forme ed essere trasformati in nuovi oggetti.

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati