Martedi, 23 settembre 2014 - Ore 12:17
Alternativa Sostenibile: Edilizia Sostenibile
             
Acquisto certificato3 Agosto 2011 - 12:26
SPECIALI - Letto: 1968 volte

Efficienza energetica degli edifici: la guida del Consiglio Nazionale del Notariato


"Acquisto Certificato. Agibilità, sicurezza ed efficienza energetica degli immobili" è la Guida per il Cittadino a cura del Consiglio Nazionale del Notariato in collaborazione con 12 Associazioni dei Consumatori, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

  • Condividi

E' dedicata alle norme relative agli edifici, sotto il profilo della sicurezza e del risparmio energetico, che consentono all'acquirente di conoscere la qualità di un immobile da acquistare e la spesa da sostenere per la sua gestione. La guida sottolinea come l'acquisto di edifici "certificati" sotto il profilo igienico-sanitario, della sicurezza e del risparmio energetico, sia sempre più importante dal punto di vista economico e ambientale. La certificazione, infatti, consente di conoscere in anticipo la qualità di un immobile da acquistare e la spesa che si dovrà sostenere per la sua gestione. Per questo, già alla stipula del preliminare, un aspetto che merita attenzione e che viene spesso ignorato è quello relativo alla documentazione rilasciata dal venditore: dovrà indicare alcuni aspetti specifici sull'agibilità, la sicurezza degli impianti e la certificazione energetica, al fine di una più completa valutazione dell'immobile e, quindi, di un'adeguata tutela per l'acquirente. La Guida spiega, inoltre, come usufruire degli incentivi previsti per l'acquisto di abitazioni ad alta efficienza energetica.

Grazie al supporto dell'ufficio stampa del Notariato Alternativasostenibile ha potuto porre alcune domande sull'argomento al Notaio Piercarlo Mattea, membro del gruppo comunicazione del Consiglio Nazionale del Notariato.

Quale è la situazione in Italia sugli "acquisti certificati" degli immobili?
La normativa sulla certificazione energetica ha avuto in Italia uno sviluppo diverso da regione a regione. Il legislatore nazionale ha imposto l'obbligo d'informazione che in alcune aree si evolve in obbligo di allegazione dei documenti di certificazione energetica la cui inosservanza può rendere impossibile la compravendita. Gli operatori del settore e i cittadini hanno dovuto attrezzarsi per far fronte a questi nuovi obblighi e quindi si sta diffondendo una maggiore sensibilità verso gli aspetti qualitativi dell'immobile da acquistare, in particolare al risparmio energetico e alla sicurezza. Tra l'altro dal 1 gennaio 2012 chiunque intenda mettere in vendita un edificio, e voglia pubblicizzare tale sua intenzione mediante annunci commerciali dovrà necessariamente dotarsi dell'attestato di certificazione energetica al fine di poter riportare nell'annuncio l'indice di prestazione energetica desumibile dall'attestato. Proprio per venire incontro alle esigenze di informazione dei cittadini il Consiglio Nazionale del Notariato ha predisposto insieme a 12 associazioni dei consumatori una guida dedicata all'argomento "Acquisto Certificato" scaricabile gratuitamente dal sito web www.notariato.it e delle associazioni nonché da iPhone e iPad con l'applicazione iNotai.
Come nasce l'idea di una guida dedicata all'argomento?
La guida s'inserisce in una collana,"le guide per il cittadino",predisposta dal Notariato insieme alle principali associazioni dei consumatori italiane, allo scopo di fornire le informazioni di base su tutti gli aspetti legati all'acquisto di un immobile: i temi del mutuo, il contratto preliminare, la successione e la certificazione energetica. Naturalmente nessuna guida può sostituire la consulenza personalizzata, ma ci sono conoscenze delle quali è utile disporre anche nella fase iniziale della contrattazione immobiliare, nella quale, di solito, non si è ancora fatto ricorso al consiglio del notaio.
Può il Consiglio Nazionale del Notariato essere un punto di riferimento per i cittadini che necessitano di informazioni sull'argomento?
Il Consiglio Nazionale del Notariato fornisce una base informativa comune con queste guide scaricabili dal web. Inoltre esistono servizi di consulenza attuati in collaborazione con ministeri, enti locali e organi d'informazione, nei quali i notai rispondono a quesiti dei consumatori. Ma vogliamo invitare i cittadini a non esitare nel rivolgersi ai notai con i quali stipuleranno i passaggi di proprietà. Spesso succede che il cliente conosca il notaio solo il giorno della stipula e non abbia avuto modo, in precedenza, di esporgli quesiti e problemi specifici. Questo non è un buon modo di fruire del servizio notarile. Il prendere contatto con lo studio con adeguato anticipo, per chiedere le informazioni di cui si ha bisogno, non comporta costi aggiuntivi, ma soprattutto consente di compiere scelte ponderate e di evitare errori. Il notaio non deve essere visto come dispensatore di timbri e firme, ma come consulente dalla parte del cittadino.

Secondo lei una diversa formulazione delle norme potrebbe aiutare a diffondere meglio nel mercato immobiliare l'attenzione verso la certificazione energetica?
Ritengo che la scarsa conoscenza di queste problematiche sia destinata a ridursi, con la progressiva presa di coscienza, da parte dei cittadini-consumatori,del fatto che la qualità energetica ed impiantistica di un immobile si riflette in modo decisivo sul suo valore, nel presente e nel futuro. Basta pensare che per un appartamento di 120 mq la differenza tra la classe energetica G (bassa qualità) e B (buona qualità) può comportare una differenza nella spesa per il riscaldamento di quasi 2000 euro l'anno.Le scelte del legislatore in materia energetica e di sicurezza degli impianti sono state in buona misura determinate da direttive a livello europeo alle quali è necessario adeguarsi non solo ai fini del risparmio economico, ma anche con l'obiettivo di favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l'integrazione delle fontirinnovabili e la diversificazione energetica e dunque contribuire a conseguire gli obiettivi nazionali di limitazione delleemissioni di gas a effetto serra posti proprio dal protocollo di Kyoto.

E' possibile scaricare la guida del Consiglio Nazionale del Notariato cliccando qui.

di Tommaso Tautonico


• GALLERIA IMMAGINI DELLA NOTIZIA
Consiglio Nazionale NotariatoCopertina della guida


GLI EVENTI IN SCADENZA
Testata iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 - Direttore responsabile: Andrea Pietrarota
Copyright 2014 Alternativa Sostenibile. All Rights Reserved