29/09/2018 - 14:27

Economia sostenibile e circolare: al Parlamento EU l’evento-workshop per 36 imprenditori italiani

Sostenibilità: al Parlamento EU l’evento-workshop per 36 imprenditori italiani.

L’organizzatore Zullo, M5S: “la sostenibilità deve essere la nuova strada da percorrere, perché rappresenta una valida opportunità per le PMI”.

Economia sostenibile e circolare: al Parlamento EU l’evento-workshop per 36 imprenditori italiani

Sostenibilità: al Parlamento EU l’evento-workshop per 36 imprenditori italiani.

L’organizzatore Zullo, M5S: “la sostenibilità deve essere la nuova strada da percorrere, perché rappresenta una valida opportunità per le PMI”.

Un’importante occasione per sottolineare il ruolo giocato dalle istituzioni, dalle imprese e da tutti gli stakeholders per rendere lo sviluppo sostenibile il nuovo paradigma dell'economia europea. Questo l’assunto che ha guidato l’evento “La sostenibilità e gli obiettivi di sviluppo sostenibile”, svoltosi mercoledì 26 settembre all’interno del Parlamento Europeo.

Una sostenibilità che coinvolge il fattore ambientale ma investe in maniera sinergica diversi altri ambiti. Ne ha parlato l’organizzatore dell’incontro, l’europarlamentare EFDD - M5S Marco Zullo: “Quando si parla di sostenibilità, il pensiero comune ha  in mente solo l’aspetto ambientale, ma tale concetto si rivela invece molto più ampio, perché sorretto da 4 principali pilastri: ambiente, mondo sociale, economico e istituzionale. E’ bene ricordare che tali ambiti hanno come minimo comun denominatore un  obiettivo: salvaguardare la dignità della persona. Sostenibilità significa combattere la povertà, le ineguaglianze, la non conoscenza, investendo dunque sull’istruzione e sulla distribuzione equa della ricchezza. E’ dunque nostro compito informare circa le possibilità di utilizzare nuove metodologie, che oltre ad agire in maniera rispettosa sull’intero ecosistema, producono valore e progresso”.

Tra i relatori, numerosi nomi di spicco internazionale: Enrico Giovannini, Professore Università di Roma Tor Vergata, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS); Pietro Negri, Presidente del Forum Finanza Sostenibile; Luisa Santos, Direttrice per le relazioni internazionali di Business Europe; Rossana Revello, Presidente del gruppo Tecnico per la Responsabilità Sociale d’Impresa di Confindustria; Claudia Hahn, Coordinamento SDG, DG Ambiente, Commissione Europea. 
A mediare Federico Fioretto, cofondatore di Embedded Sustainability Initiative.

Oltre agli interventi istituzionali, una case history concreta fornita da Marco Antonio Attisani, fondatore della Startup innovativa italiana Watly, startup innovativa che ha ideato il primo computer termodinamico al mondo, alimentato a energia solare, in grado di purificare l'acqua e fornire energia e connessione internet.

E’ intervenuto inoltre anche Fabio Massimo Castaldo, Vicepresidente del Parlamento europeo: “Viviamo un reale debito nei confronti delle generazioni future. Dobbiamo cambiare il paradigma sociale economico e politico verso un modello più umano, sociale ed equo. Non possiamo esimerci dall’intervenire unendo le nostre energie in uno sforzo collettivo, iniziando a creare cambiamento, consumando in maniera più razionale, implementando il circuito dell’economia sostenibile e circolare”.

Uno dei focus principali dell’incontro, ha riguardato i 17 obiettivi SDG definiti dalle Nazioni Unite, guida fondamentale per orientarsi verso questo nuovo approccio. 

L’incontro di venerdì 28 settembre a Bruxelles è nato dunque con un intento ben definito: anticipare il progresso, comunicare gli obiettivi ONU, e dare delle linea guida più che mai concrete a una parte fondamentale del ciclo produttivo: le PMI.

Da qui la decisione di suddividere la giornata in due parti: si è partiti da conferenza iniziale, trasformatasi in uno scambio attivo di vedute e proposte tra i relatori presenti e i partecipanti, e  un workshop dedicato alle PMI invitate in Parlamento, 36 il numero dei partecipanti, con sessione pratica formativa coordinata da esperti del mondo Sustainability.

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati