28/10/2017 - 09:18

Ecocentri: bando finanziamento Regione Puglia Centri Comunali Raccolta Differenziata

Pubblicata sul BURP n. 122 del 26/10/2017 la Determinazione del Dirigente della Sezione ciclo rifiuti e bonifica del 26/09/2017, n. 226.

La determinazione contiene l' "Avviso pubblico per la presentazione di domande per la realizzazione di centri comunali e intercomunali di racolta rifiuti differenziati" (Ecocentri) per il finanziamento con fondi P.O.R. PUGLIA 2014-2020Asse VI - Azione 6.1. Disponibili € 30.000.000,00 e saranno finanziate proposte ammissibili fino alla concorrenza dell'importo a disposizione. I soggetti proponenti possono presentare l'istanza di ammissione fino alle ore 12,00 del 30/12/2017.

Centro Comunale Raccolta Differenziata - Ecocentro - Isola Ecologica

Dopo la Deliberazione di Giunta Regionale Puglia n. 1344 dell'8 agosto 2017, con la quale veniva approvato lo schema di Avviso pubblico a valere sulle risorse del P.O.R. Puglia 2014-2020 - Ass VI - Azione 6.1 "Interventi per l'ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani" detinati al completamento della rete di centri comunali e intercomunali di raccolta rifiuti differenziati, ecco pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 122 del 26 ottobre 2017, la Determinazione del Dirigente Sezione Ciclo Rifiuti e Bonfica del 26 settembre 2017, n. 226 - P.O.R. PUGLIA 2014-2020 asse VI - Azione 6.1 - "Interventi per l'ottimizzzione della gestione dei rifiuti urbani" - "Avviso pubblico per la presentazione di domande per la realizzazione di centri comunali e intercomunali di raccolta rifiuti differenziati" (Ecocentri).

Con il provvedimento a firma del Dirigente di Sezione, Responsabile dell'Azione 6.1, Ing. Giovanni SCANNICCHIO, si nomina Responsabile del Procedimento la Sig.ra Luciana MESCHINI e la struttura responsabile del procedimento è la Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche.

La Determinazione riporta all'Allegato n. 1 tutte le informazioni utili per la presentazione della Domanda (modello riportato all'allegato A) e della Scheda Tecnica di Intervento (Allegato B), e consta di n. 20 articoli.

All'articolo 2 - Tipologie di interventi ammissibili - si legge che sono finanziabili due tipologie di interventi:

  • Nuovi centri comunali di raccolta rifiuti;
  • Nuovi centri intercomunali di raccolta rifiuti;

Non sono, dunque, finanziabili interventi di adguamento strutturale e/o ampliamenti di Centri Comunali e Intercomunali esistenti (comunemente chiamati ecocentri).

L'entità del contributo - articolo 4 - è ripartita in relazione alla tipologia di intervento come segue:

  • € 300.000,00 di contributo massimo concedibile per il centro comunale di raccolta dei rifiuti;
  • € 350.000,00 di contributo massimo concedibile per il centro intercomunale di raccolta dei rifiuti;

Eventuali importi eccedenti i massimali di cui sopra saranno a carico del Soggetto beneficiario, costituendone la quota di cofinanziamento.

L'articolo 5 - Soggetti ammessi alla presentazione delle domande - dispone che possono accedere al finanziamento le Amministrazioni Comunali ricadenti sul territorio della Regione Puglia sia in forma singola (per i centri comunali), che in forma assciata ai sensi dell'art. 30 del D.Lgs. 18 agoto 2000, n. 267 (per la relizzazione di centri intercomunali). In ogni caso, i Comuni possono presentare una sola proposta progettuale, e possono proporsi per un'unica tipologia di intervento come individuate all'art. 2 dell'Avviso. I Comuni capoluogo di provincia, in deroga all'art. 2, possono proporre interventi per un massimo di tre Centri Comunali di Raccolta (Ecocentri) se il relativo territorio è sprovvisto di un numero tale di centri (ecocentri).

E' importante rilevare come, sempre all'art. 5, si legga che la locallizzazione dell'intervento deve ricadere all'interno di aree servite dalla rete viaria di scorrimento urbano per facilitare l'accesso degli utenti. E, sempre all'art. 5, qualora il soggetto proponente sia già dotato di centro di raccolta (ecocentro), lo stesso può presentare istanza per dotare di un altro CCR le frazioni o le marine, purchè dotate di servizi primari di urbanizzazione che assicurino un'adeguata viabilità di accesso alla struttura e ne garantiscano la sua fruibilità.

I soggetti proponenti possono presentare l'istanza di ammissione (Art. 7 - Modalità e termini di presentazione delle domande) a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazone dell'Avviso sul Bolletino Ufficiale della Regione Puglia (n.d.r. cioè dal 27/10/2017) e fino alle ore 12,00 del 30/12/2017.

L'articolo 8 - Istruttoria delle istanze pervenute e criteri di selezione degli interventi -  prescrive che la selezione degli interventi ammissibili a finanziamento a valere sul presente Avviso avverà attraverso procedura a "SPORTELLO". Infine, sempre all'art. 8, si legge come l'istruttoria delle proposte da ammetttere a finanziamento sarà svolta dalla Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche nel termine di 90 (novanta) giorni a partire dal giorno successivo alla ricezione dell'istanza e si concluderà, in caso di esito positivo, con l'adozione dell'atto dirigenziale di ammissione a finaziamento e successiva sottoscrizione del Disciplinare che regola i rapporti tra la Regione Puglia ed il Soggetto beneficiario.

Smart Engienering Srl, Società di Ingegneria specializzata nel settore ambientale, i cui amministratori hanno particolari competenze ed esperienza ormai ventennale nel ciclo dei rifiuti e nelle bonifiche, è una dei soggetti presenti sul territorio regiionale che può offrire la propria consulenza per la redazione della progettazione, la compilazione della domanda e della relativa scheda tecnica di intervento. Gli amministratori della società sono disponibili a fornire chiarimenti sull'avviso sia via email che ai seguenti recapiti:

Riccardo Bandello
Editore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00

    I Centri di Raccolta Comunale: cosa...

    Il D.M. 8 Aprile 2008 recante la "Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato" detta i requisiti tecnico gestionali dei centri di raccolta, con questo approfondimento vogliamo fare una panoramica degli aspetti che vengono presi in considerazione.

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00

    Giornata di Formazione sui Centri di...

    Centri di raccolta comunali: la nuova disciplina alla luce delle modifiche al Dm 8 aprile 2008. Requisiti e adempimenti anche in relazione all'Albo gestori ambientali. Il "caso Raee".