23/09/2016 - 20:35

Ecobonus 2017: ecco le news per il prossimo anno

Si fa concreta l’ipotesi di rinnovo degli incentivi sulla riqualifica energetica per il nuovo anno. Ecco tutte le novità in materia di Ecobonus 2017.
Numerosi sono gli italiani che hanno già usufruito delle detrazioni statali a sostegno della riqualificazione energetica. Ovvero delle agevolazioni fiscali fino al 65 % su tutte le spese sostenute e finalizzate all’innalzamento del livello di efficienza energetica della propria abitazione.
Basti pensare che fra il 1998 e il 2016, le famiglie italiane che hanno approfittato di tutte le detrazioni per l’efficienza energetica,ovvero dei cosiddetti Ecobonus, sono state il 55 % per un totale di 14,2 milioni di interventi per questo fine.
In particolare, grazie all’Ecobonus 2016 previsto dall’attuale Legge di Stabilità, si è riusciti da un lato a smuovere il settore dell’edilizia italiana e dall’altro è stato riscontrato un miglioramento della qualità energetica all’interno delle nostre case. Ragion per cui sembra sempre più probabile che anche laLegge di Stabilità 2017 rinnoverà le agevolazioni fiscali con Ecobonus 2017 per i prossimi due o tre anni.
Anche se per la conferma ufficiale di questo provvedimento dovremo aspettare l’emanazione vera e propria della legge, sono già trapelate alcune novità in materia di detrazioni fiscali volte all’efficientamento energetico delle nostre proprietà abitative. Vediamo qui di seguito di che cosa si tratta.

Ecobonus 2017: ampliamento dei settori coinvolti

Stando alle prime voci in materia di Ecobonus 2017, una delle novità che potrebbero essere introdotte nell’ambito della riqualificazione energetica riguarda l’estensione delle detrazioni fiscali ad altri due ambiti.
In primo luogo quello della cosiddetta domotica, ovvero ai sistemi di gestione degli impianti di riscaldamento e climatizzazione dell’acqua sanitaria a distanza.
In secondo luogo, è al vaglio anche la possibilità di applicare le detrazioni fiscali Irpef ed Ires anche al settore dell’edilizia antisismica. Nello specifico, si prevede un possibile rialzo della percentuale che sarà possibile detrarre qualora vengano effettuati in simultanea sia gli interventi antisismici che quelli di efficientamento energetico.

Quali saranno le soglie massime di spesa?

Per quanto riguarda infine i tetti massimi di spesa entro i quali sarà possibile usufruire degli Ecobonus 2017, è molto probabile che questi rimangano gli stessi di quest’anno:
·         100.000 euro per i lavori di efficientamento energetico;
·         60.000 euro per altre tipologie di interventi come ad esempio la sostituzione degli infissi per migliorare l’isolamento termico di soffitti e pareti dell’abitacolo;
·         30.000 euro per la sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento con quelli nuovi con pompe di calore, caldaia a condensazione/biomassa o geotermiche.

Ecobonus 2017: attestato di prestazione e multe

Fra le altre novità che con ogni probabilità verranno inserite nella nuova Legge di Stabilità in materia di Ecobonus si prevedede l’obbligo di redazione di un attestato di prestazione energetica così come l’applicazione di un sistema di sanzioni per le dichiarazioni false.
Inoltre, è allo studio l’approvazione di investimentii volti a favorire la riqualificazione energetica degli edifici pubblici e per supportare questi lavori anche nel settore imprenditoriale.
Andrea Manfredi
autore

condividi su