19/11/2019 - 12:18

Eco Menù: 10 consigli per una spesa amica del clima e del Pianeta 

Greenpeace pubblica oggi un “Eco Menù” con dieci consigli per una spesa amica del clima e del Pianeta. Dieci consigli per guardare al futuro, ma ben radicati nel passato.

Eco Menù

Il cibo è sempre più al centro della nostra attenzione. Oltre ai temi del gusto, della salute e della tradizione, c’è un altro argomento che è sempre più associato al cibo: quello dei cambiamenti climatici e della sostenibilità ambientale. Il sistema alimentare è responsabile di circa un quarto delle emissioni di gas serra, e questo “peso” è in particolare da attribuire alle diete più diffuse nei paesi ricchi, in cui è presente un elevato consumo di prodotti di origine animale e cibi ultra-processati.

Le scelte alimentari che compiamo possono avere degli effetti a volte insostenibili. La fettina di carne comprata al supermercato sotto casa ha spesso una storia lunghissima da “raccontare”: ad esempio è molto probabile che il mangime usato nell’allevamento intensivo da cui proviene contenga soia coltivata su un terreno deforestato dall’altro lato del mondo. Un bicchiere di latte o una braciola potrebbero raccontare quanto gas serra o quanto inquinamento atmosferico sono legati alla loro produzione. Non tutti sanno che, ad esempio, gli allevamenti intensivi sono la seconda causa di formazione di polveri sottili in Italia, più del trasporto leggero e dell’industria, e che il settore zootecnico contribuisce alla produzione di gas climalteranti quanto l’intero settore dei trasporti.  

Greenpeace, con il nuovo Eco Menù, offre dieci consigli semplici e concreti per una spesa amica del clima e del Pianeta. Dieci consigli per guardare al futuro, ma ben radicati nel passato, soprattutto per chi vive in un Paese come l’Italia culla di quella dieta mediterranea che è stata riconosciuta dall'UNESCO come bene protetto e inserito nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell'Umanità nel 2010.

Aumentare verdure e proteine vegetali, ridurre prodotti di origine animale (ma quei pochi, buoni e genuini), contenere al minimo gli imballaggi e la “strada” percorsa dal nostro cibo. Scegliere sempre stagionale e locale, e preferire sempre il biologico.
Un impegno quotidiano per combattere i cambiamenti climatici, ma anche per mandare un messaggio all’intero sistema agroalimentare, nel quale pochi grandi attori fanno profitti sempre più grandi, mentre le piccole aziende spariscono.

“Come consumatori possiamo fare molto per invertire questa tendenza attraverso le nostre scelte quotidiane” dichiara Federica Ferrario, responsabile campagna agricoltura di Greenpeace Italia.  “Anche la politica deve fare la sua parte. Servono scelte chiare ed efficaci: utilizzare i fondi pubblici della Politica agricola comune (PAC) per il sostegno delle produzioni ecologiche e non per quelle intensive, approvare una normativa europea per fermare il commercio di materie prime prodotte distruggendo le foreste, e impegnarsi ad istituire una rete di santuari marini per proteggere almeno il 30 per cento dei nostri mari”.

EcoMenù: https://storage.googleapis.com/planet4-italy-stateless/2019/11/a6d03e0b-ecomen%C3%B9_greenpeace.pdf

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    02/07/2015 - 13:15
    Ambiente
    Agrichef: benessere a tavola con i menù biodiversi

    Il primo Festival degli Agriturismi Italiani prosegue, ponendo all'attenzione di consumatori e gastronomi il tema dei menù biodiversi per la massima valorizzazione dell'agricoltura e il benessere a tavola.

  • Alimentazione
    Leggi
    27/10/2017 - 16:37
    Alimentazione
    Alimentazione. Ritorna l'ora solare: ecco il menù salva sonno!

    Con il ritorno dell'ora solare, la Coldiretti consiglia a circa 12 milioni di italiani che soffrono l’insonnia di consumare pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte caldo e frutta dolce.

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Alimentazione
    Capodanno: Con menù low cost è boom cotechini +10 %

    Con la tendenza al risparmio e i menù low cost, nel cenone di Capodanno è boom per cotechini e zamponi che fanno registrare un aumento negli acquisti del 10 per cento per un totale di 5,5 milioni di chili serviti in tavola. È quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che è l'effetto della...

  • Leggi
    21/12/2015 - 16:30
    Ambiente
    Il menù anti-spreco per un Natale sostenibile: portare in tavola il buono senza sprecare nulla

    Durante le feste natalizie si consuma, si spreca e si producono più rifiuti, compresi quelli organici. Una parte di questo scarto è costituito da cibi ancora commestibili, che possono essere riutilizzati. Con gli avanzi è possibile preparare un menù completo, evitando di produrre sprechi. Crostini...