17/12/2021 - 12:43

Eco Alberi, parte da Ferrara la nuova iniziativa di forestazione urbana di Hera

A Ferrara, è stato firmato l’accordo che dà il via a ECO Alberi, l’iniziativa per la promozione del patrimonio naturale e della biodiversità resa possibile grazie al contributo del Gruppo Hera.

 

Eco Alberi, forestazione urbana

Nella prestigiosa sede della Sala degli Arazzi del Palazzo Municipale di Ferrara, l’Assessore all’Ambiente Alessandro Balboni e Cristian Fabbri, Amministratore Delegato di Hera Comm, hanno siglato il documento che consentirà di trasformare l’area verde che costeggia via Pannonius in un bosco urbano con 420 alberi di diverse specie.
 
ECO Alberi: una partnership tra privato, istituzioni, enti e cittadini

Con l’iniziativa ECO Alberi, il Gruppo Hera ha aderito al progetto della Regione Emilia-Romagna “Mettiamo radici per il futuro”, finalizzato alla messa a dimora di 4,5 milioni di alberi, uno per abitante.  Grazie alla collaborazione dei Comuni e di altri Enti che partecipano allo stesso progetto mettendo a disposizione risorse, competenze e aree del territorio, e grazie a un impegno economico di 250 mila euro, il Gruppo Hera mira a raggiungere l’obiettivo di 10.000 alberi piantati nel prossimo triennio. In questo quadro, la collaborazione dei cittadini è fondamentale, perché sono le loro scelte di consumo energetico efficiente e di mobilità sostenibile a supportare l’iniziativa ECO Alberi. Hera Comm, infatti, offre ai propri clienti una vasta gamma di servizi e prodotti che consentono minori consumi e un minore impatto ambientale. Ed è optando per queste soluzioni che i cittadini contribuiscono alla realizzazione del progetto: a ogni quattro prodotti acquistati fra kit di lampadine LED o termostati smart, ad esempio, corrisponderà la messa a dimora e la cura di un albero. Così vale anche nel caso di due caldaie – o due condizionatori o una caldaia e un condizionatore – a risparmio energetico o, ancora, di due mezzi per la mobilità sostenibile come monopattini o biciclette elettriche. Dopo l’inaugurazione ferrarese, il progetto si estenderà anche a diverse altre aree del territorio emiliano-romagnolo servite dal Gruppo Hera.

420 nuovi alberi per Ferrara
Le piante del progetto ECO Alberi saranno messe a dimora in aree sufficientemente ampie e di rilevanza per la collettività, requisiti che il Comune di Ferrara ha garantito. In via Pannonius, infatti, proprio a ridosso della cinta muraria storica della città, sorge una vasta area ex agricola che, una volta rimboschita, offrirà all’abitato ferrarese un nuovo polmone verde.  Nell’attuale prato di quasi 20mila metri quadri troveranno posto bagolari, querce, tigli, carpini bianchi, frassini e molte altre specie. Un’ampia varietà arborea che consentirà lo sviluppo di flora e fauna autoctone, a tutela della biodiversità locale. Inoltre, come è noto, gli alberi svolgono alcuni fondamentali servizi ecosistemici: sono responsabili dell’assorbimento di CO2 (il bosco di via Pannonius, una volta maturo, potrà prelevarne dall’aria fino a 42 tonnellate l’anno), contribuiscono ad abbattere le polveri sottili e contrastano il fenomeno delle isole di calore tipico dei grandi centri abitati.

Cristian Fabbri, Amministratore Delegato di Hera Comm ha commentato: “Il Gruppo Hera ha l’obiettivo di aiutare i clienti nel percorso della decarbonizzazione propri consumi energetici.  Per sostenere questa transizione, Hera Comm mette a disposizione un ampio ventaglio di soluzioni green, che aiutano a consumare meno, meglio e produrre energia rinnovabile consentendo di risparmiare sia in termini ambientali sia in termini economici. Il progetto ECO Alberi è un’alleanza fra Regione, Comune, HERA e cittadini finalizzata a promuovere due obiettivi. Da un lato, incrementare il verde urbano e contribuire alla riduzione della CO2 presente in atmosfera. Dall’altro, sensibilizzare i nostri clienti a scelte sempre più sostenibili, dall’impatto ambientale sempre più leggero”.

Alessandro Balboni, Assessore all’Ambiente del Comune di Ferrara ha sottolineato che "la messa a dimora di questi alberi andrà a formare un piccolo bosco urbano composto da piante autoctone che non solo favoriranno l'assorbimento della CO2, ma alimentano la biodiversità del nostro territorio. L'area scelta è una ex zona agricola di proprietà comunale sita lungo via Pannonius, che collega la rotonda di via Gramicia con la rotonda di via Calzolai e andrà ad ospitare 420 alberi già alti circa 4 metri. L'iniziativa rientra nell’ambito dei progetti di Forestazione Urbana che l'Amministrazione sta realizzando nell’area nord della città, anche a seguito del processo partecipativo che questa estate ha coinvolto i quartieri di Barco e Pontelagoscuro, e certifica il nostro impegno per retribuire i comportamenti virtuosi dei cittadini a favore dell'ambiente con la messa a dimora di nuovi alberi. Per il Comune di Ferrara si tratta di un ulteriore atto di piantagione che ci avvicina al traguardo che ci siamo prefissati per arrivare alla messa a dimora di 15mila alberi entro la fine del mandato del sindaco Alan Fabbri".

Marilisa Romagno
autore

condividi su