01/01/2013 - 01:00

Domopak Spazzy: i sacchi Nettezza in plastica riciclata e riciclabile

Domopak Spazzy dà un senso concreto alla raccolta differenziata dei rifiuti domestici. La gamma dei sacchi nettezza Domopak Spazzy, utilizzando plastica riciclata e riciclabile derivante dal circuito della raccolta differenziata, premia l'impegno quotidiano delle famiglie italiane ed offre loro in cambio un prodotto davvero ecologico per gli usi domestici. Domopak Spazzy, l'ambiente lo ama un sacco!
Domopak Spazzy SaccoVerde 80% riciclato è la gamma di sacchi per la nettezza domestica con un'elevata percentuale di plastica recuperata dalla raccolta differenziata, e nuovamente riciclabile. E' il prodotto più rappresentativo della mission di Domopak Spazzy che si pone al centro della catena del riciclaggio della plastica proponendo soluzioni ecologiche, funzionali e competitive. La plastica utilizzata, attentamente selezionata, controllata ed estrusa ad elevato spessore, garantisce resistenza e funzionalità. Domopak Spazzy SaccoVerde 80% riciclato è disponibile nei formati bagno (10 litri), casalingo (28 e 40 lt) e condominiale (110 lt), per tutte le esigenze.

Composto per il 50% da plastica riciclata, Domopak Spazzy Prendisac si distingue per la straordinaria resistenza, la massima funzionalità e lo speciale trattamento antibatterico. Composto da un doppio strato di film plastico resistente ed elastico, garantisce la massima tenuta anche grazie al fondo antigoccia senza saldature e alle maniglie autochiudenti che ne facilitano l'estrazione, la chiusura e il trasporto. Lo speciale trattamento antibatterico con cui è realizzato inibisce la crescita di muffe e batteri e la formazione di cattivi odori nella pattumiera. Disponibile nel formato casalingo 30lt è confezionato in una pratica scatola dispenser "UsaFacile" che consente di estrarre i sacchetti già separati singolarmente, si richiude e rimane sempre in ordine.

La produzione dei sacchi nettezza Domopak Spazzy si avvale di un esclusivo procedimento di recupero del polietilene effettuato da selezionati centri di raccolta italiani. Il film plastico, nato dal recupero della plastica proveniente dalla raccolta differenziata, viene lavato, sminuzzato e centrifugato per liberarlo dalle impurità. Addensato, essiccato e fuso a 200°, il polietilene viene poi filtrato per raggiungere un maggior grado di purezza. Raffreddato e ridotto in granuli è pronto per essere trasformato in un nuovo sacco nettezza, da utilizzare...e nuovamente riciclare. Questo sofisticato ed esclusivo sistema di riciclo abbatte i consumi di CO2 e di petrolio necessari per la produzione di materiale nuovo.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su