21/02/2017 - 17:50

DHL sceglie le rotaie per trasportare merci, sono più rispettose dell'ambiente

La ferrovia è il metodo più sicuro e più ecologico per movimentare le merci (con risparmio ambientale fino al 57%), come dimostra il programma GoGreen di DHL
Il global warming sta aprendo un nuovo e sempre più interessante passaggio a Nord-Est, dall’Europa Centrale al Sud Asia passando per la Siberia, una rotta su cui le merci, viaggiando su rotaia, riducono di due terzi il percorso rispetto a quello marittimo (passando pergli stretti di Gibilterra, Malacca e Suez). Il servizio Rail di DHL Global Forwarding rappresenta, viaggiando sulla nuova Transiberiana che unisce la Cina all’Europa in circa due settimane, una nuova via della seta con un costo inferiore dell’aereo e transit time più veloce della nave.

Il 2030 è la data indicata dall’Europa entro la quale il 30% delle merci dovrà viaggiare su rotaia, ma l’Italia è in ritardo - fanalino di coda d’Europa - con solo il 6% delle merci che utilizzano questo mezzo. Se il volume oggi trasportato su ruote viaggiasse integralmente via ferrovia, il risparmio ambientale sarebbe pari al 57%: quest’ultima è la modalità più efficiente dal punto di vista energetico, infatti a parità di tonnellate è necessaria meno della metà dell'energia richiesta per lo spostamento su strada.
“La quantità di merci che si muovono quotidianamente da una parte all’altra del globo è in crescita costante e progressiva e il settore delle spedizioni, generando il 14% delle emissioni di anidride carbonica globali, ha un ruolo di primo piano nel combattere i cambiamenti climatici. – afferma Mario Zini, CEO di DHL Global Forwarding Italia - Uno spostamento verso il Rail non può più essere rimandato: si tratta di un sistema sicuro, un compromesso eccellente fra tempi e costi. La nostra nuova Transiberiana è inoltre un’ottima occasione di incrementare l’import-export tra Cina ed Europa, due tra le realtà più in evoluzione in fatto di business”.

DHL ha trasportato su Rail circa 50.000TEUs (Container da 40 piedi) nel 2016, il 119% in più rispetto all’anno precedente (21.770 TEUs). Dalla Cina la rete si estende a coprire Sud Corea, Giappone, Taiwan e Vietnam.Una logistica via treno che permette di definire spedizioni con tempi di transito regolari e certi, con un alto livello di sicurezza (controlli fisici e RFID), attenta all’impatto ambientale e tracciabile attraverso un sistema GPS con monitoraggio 24/7. In particolare gli eventi monitorabili sono:
·    Route Management: posizione geografica del container
·    Breach Detection: segnalazione se il contenitore viene aperto
·    Light Detection: presenza di luce all’interno del container
·    Shock: avviso in caso il contenitore subisca scosse
·    Temperature and Humidity: monitoraggio di temperatura e umidità all’interno delcontainer

DHL ha migliorato la propria carbon print del 10% nel 2012, del 25% nel 2015 e si è data come obiettivo il miglioramento della propria efficienza energetica del 30% entro il 2020: per questo è nato il programma globale GoGreen, che coinvolge tutte le Business Unit del Gruppo i partner e le società clienti che desiderano implementare le proprie strategie ambientali nel campo della logistica.




Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati