01/01/2013 - 01:00

Deforestazione zero entro il 2020

Rodney Taylor, direttore del programma internazionale per i boschi del Wwf, in occasione del tredicesimo congresso forestale mondiale, che si è tenuto nei giorni scorsi a Buenos Aires ha chiesto che si metta fine alla deforestazione entro il 2020.
Taylor infatti ha spiegato che «la deforestazione è il problema fondamentale che è dietro alla perdita della biodiversità e alle emissioni di gas a effetto serra».
Anche l'Ipcc, il Gruppo intergovernativo di esperti sul tema del cambiamento climatico, ha calcolato che la deforestazione è responsabile del 20% dei gas a effetto serra che entrano nell'atmosfera.
L'ambientalista ha precisato che il Wwf non chiede che venga proibito del tutto l'uso del suolo forestale, ma ne venga fatto «un impiego intelligente, recuperando la terra degradata e incentivando uno sviluppo ordinato dell'agricoltura».
Secondo i dati presentati al congresso a Buenos Aires, la superficie di boschi che viene distrutta ogni anno nel mondo ammonta a circa 13 milioni di ettari.

 
Lisa Zillio
autore

condividi su