01/01/2013 - 01:00

Da striscioni di gara a shopper

Gli striscioni delle gare ciclistiche diventano shoppers, infatti gli striscioni in Pvc e TNT utilizzati per promuovere gli sponsor durante le corse ciclistiche diventano "fashion shoppers bags".
Il progetto dal titolo "RE-CYCLING-CHIC" è sponsorizzato da Garbagelab in collaborazione con la Società Ciclistica A. Binda è stato presentato già in occasione di "Fa la cosa giusta 2010" e sta riscuotendo un discreto successo. In cosa consiste praticamente? "RE-CYCLING-CHIC" prevede il ritiro degli striscioni di materiale sintetico (TNTe Pvc) che vengono utilizzati soltanto nel giorno della gara ciclistiche per poi destinarli alla produzione di "fashion shoppers bags" evitando così che gli striscioni finiscano in discarica. Coinvolti anche i comuni e le province attraversati dalle corse ciclistiche, in questo modo si prevede il riutilizzo del 90% degli striscioni raccolti utili per la produzione di più di 5000 bags.

Gli obiettivi del progetto sono molteplici: riutilizzare il materiale in modo creativo, diminuire lo smaltimento dei rifiuti derivanti dalla gara, veicolare un forte messaggio ambientale, creare un prodotto che possa venir usato infinite volte sostituendo le borse di polietilene dei supermercati, creare un modello di riutilizzo che sia economicamente sostenibile e quindi facilmente replicabile. La Società Ciclistica Alfredo Binda organizza ogni anno tre importanti corse ciclistiche: la Tre Valli Veresine, la Piccola 3 Valli, e, dal 2009, il GP Insubria. Da queste tre gare vengono prodotti più di 5km di TNT e 400mq di Pvc che, grazie al progetto, non finiranno più in discarica.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su