02/12/2016 - 12:47

Cresce la collaborazione Guardia di Finanza e GSE per le rinnovabili

Giornata di chiusura del ciclo di incontri di formazione organizzati in collaborazione con le Unità Speciali delle Fiamme Gialle. Tra i temi trattati: Conto Energia, fonti rinnovabili, efficienza energetica, qualifiche e verifiche agli impianti.

rinnovabili

Si rafforza la collaborazione tra Guardia di Finanza e Gestore dei Servizi Energetici.

Questa mattina, presso la sede del GSE, si è svolta la giornata conclusiva del ciclo di incontri di formazione tra Dirigenti e Funzionari del GSE e numerosi Ufficiali e Militari con incarichi ispettivi del Nucleo Speciale per l’Energia e il Sistema idrico e di altre Unità Speciali della Guardia di Finanza.

I lavori sono stati aperti da Francesco Sperandini, Presidente del GSE, il quale ha ribadito l’importanza di «saper coniugare lo sviluppo del settore delle fonti rinnovabili e il raggiungimento degli ambiziosi quanto ineludibili obiettivi europei, con un attento e trasparente uso delle risorse della collettività».

Nel corso dei seminari sono state affrontate diverse tematiche legate ai circa 600.000 impianti a fonti rinnovabili installati in Italia.

Sono stati illustrati l’inquadramento normativo dei cinque Conti Energia, la qualifica degli impianti a fonti rinnovabili, di quelli a cogenerazione ad alto rendimento, oltre ai risultati riguardanti le verifiche che il GSE effettua in autonomia e in collaborazione con la Guardia di Finanza.

L’evento di questa mattina, conclusosi con l’intervento di Gennaro Vecchione, Comandante delle Unità Speciali della Guardia di Finanza, Generale di Divisione, costituisce l’ultima delle tre giornate formative realizzate dalle due Istituzioni, nell’ottica di rafforzare la collaborazione sancita con il Protocollo d’intesa sottoscritto il 2 ottobre 2014.

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati