10/06/2015 - 14:45

Convegno: Alimentazione vegetariana per un futuro sostenibile

In occasione di Expo 2015, un convegno con esperti a livello internazionale sul tema vegetarianesimo, per confrontarsi sulla stretta relazione tra una corretta alimentazione e il futuro del nostro pianeta
Il 19 giugno 2015, alle ore 15.30, presso la sala Montanelli/Lanfranchi del Circolo della Stampa di Milano (Corso Venezia 48), si terrà il Convegno dal titolo "Alimentazione vegetariana per un futuro sostenibile", promosso da Società Teosofica Italiana, Fondazione Bernardino Boca e Associazione Vegetariana Italiana, in collaborazione con Tangram Strategic Design e Borsani Comunicazione. Il Convegno rappresenta un'occasione unica di confronto con esperti del settore riconosciuti a livello mondiale: Antonio Girardi, Segretario Generale della Società Teosofica Italiana; Emiliano Peña-Altamira, Neurobiologo; Tim Boyd, Presidente della Società Teosofica Mondiale; Carmen Nicchi Somaschi, Presidente dell'Associazione Vegetariana Italiana.

Durante l'incontro si parlerà di come entro il 2050 la percentuale di proteine, che ricaviamo da prodotti derivati dagli animali, dovrà scendere dal 20% al 5% se si vorranno evitare carestie o conflitti mondiali causati dalla scarsità di cibo. Inoltre, si porrà l'accento su come la sopravvivenza dell'uomo dipenderà interamente dall'acqua, che viene consumata da cinque a dieci volte di più da coloro che non seguono un'alimentazione vegetariana. Mai come oggi l'alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella vita quotidiana di ogni singolo individuo, non solo perché una nutrizione corretta costituisce un valido strumento di prevenzione per molte condizioni patologiche, ma anche per l'impatto ambientale, a livello di sostenibilità, rappresentato dalle scelte che ogni giorno compiamo su cosa e come consumare un determinato cibo piuttosto che un altro.

Nonostante la scelta vegetariana non venga da tutti condivisa, essa rappresenta uno stile di vita completo dal punto di vista nutrizionale, fortemente consigliato da molti studiosi a livello internazionale per la futura sopravvivenza del pianeta. Infatti, non si deve guardare alla nutrizione come al semplice apporto di tutti i giusti principi nutritivi necessari al sostentamento del nostro organismo, ma bisogna prendere in considerazione anche il suo legame con ciò che sta al di fuori di noi, come la natura, gli altri esseri viventi e le risorse ambientali a nostra disposizione.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su