01/01/2013 - 01:00

Confindustria per la Sostenibilità

Confindustria ha approvato e diffuso negli scorsi giorni la "Carta dei principi per la Sostenibilità Ambientale e Guida Operativa", allo scopo di dettare azioni unitarie e obiettivi condivisi "realistici e realizzabili". La Carta permette di valutare inoltre il grado di sostenibilità delle aziende e fornisce consigli per migliorare il profilo in chiave "green", in vista di Rio+20
 
La nuova "Carta dei principi per la Sostenibilità Ambientale e Guida Operativa" di Confindustria - allegata a Il Sole 24 Ore del 30 gennaio scorso - è un documento che ber rappresenta l'attenzione delle aziende italiane alle tematiche ambientali. Una presa di coscienza collettiva che intende determinare, sulla base di principi e obiettivi condivisi, azioni "green" in vista di Rio+20 (20-22 giugno), la conferenza sullo sviluppo sostenibile (UNCSD) organizzata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite proprio a distanza di 20 anni dal Vertice della Terra di Rio de Janeiro UNCED del 1992.
 
La Carta offre l'opportunità alle aziende di valutare il proprio profilo attuale - precisa nell'introduzione Aldo Fumagalli Romario, presidente Commissione Sviluppo Sostenibile di Confindustria - valutando la compatibilità con le linee guida, i principi e gli obiettivi sanciti. Inoltre, suggerisce azioni da intraprendere e si presta ad imprese e associazioni aderenti quale "bussola dei valori di riferimento nel loro cammino per uno sviluppo sostenibile".
 
L'adozione della carta impegna "verso tutti gli stakeholder ad attuare comportamenti coerenti con i 10 principi" seguenti:
  1. conseguimento di obiettivi di sostenibilità ambientale nel breve, medio e lungo periodo;
  2. adozione di un approccio preventivo;
  3. uso efficiente delle risorse naturali;
  4. controllo e riduzione degli impatti ambientali;
  5. centralità delle tecnologie innovative;
  6. gestione responsabile del prodotto;
  7. gestione responsabile della filiera produttiva;
  8. sensibilizzazione e formazione;
  9. trasparenza nelle relazioni con le parti interessate;
  10. coerenza nelle attività internazionali.
 
Emma Marcegaglia, presidente Confindustria, sottolinea nella sua prefazione l'importanza dello sviluppo sostenibile e della green economy, da raggiungere attraverso il confronto tra società e sistema imprenditoriale "per aumentare la competitività sui mercati e contribuire alla crescita e al benessere del Paese".
 
Per maggiori info visitate il sito www.confindustria.it
Mara Giuditta Urriani
autore

condividi su