14/02/2017 - 12:43

Con le serre d'appartamento è sempre più facile coltivare orti in casa

Sempre più di moda e sempre più diffuse le serre d'appartamento, tecnologiche, di vari colori e completamente autonome per la crescita di piante su balconi e terrazze in pieno centro città. Versioni anche no ogm e senza antiparassitari.
orti
In Italia crescono sempre più gli "home grower", i piccoli agricoltori che seppur vivendo al quinto piano di un condominio immerso nel cemento cittadino, non rinunciano a coltivare il proprio orticello in città.  Ma ci sono degli inconvenienti legati agli imprevisti climatici e all'inquinamento che non portano certamente beneficio alle piante e agli orti coltivati sui balconi o terrazzi. Di qui nasce l'idea della grow box, una vera e propria serra da appartamento, che a seconda delle dimensioni e degli optional annessi diventa più o meno costosa. Il kit consiste in un timer per le luci, un sistema di filtraggio dell'aria per eliminare odori sgradevoli e uno di controllo dell'acidità dell'acqua. Per la coltivazione si utilizzano terricci e prodotti, compresi gli antiparassitari studiati per l'uso casalingo.

La serra consiste in un' intelaiatura fatta da teli con alta capacità riflettente ed è illuminata da un impianto luci di almeno 250 watt, con una "temperatura colore" solare di 5.500 gradi Kelvin che sia in grado di innescare la fotosintesi clorofilliana. Il montaggio quindi è molto semplice con il kit già fornito, non resta che armarsi di pollice verde e prendersi cura dell'orticello. Se poi non ci si accontenta della semplice serra di appartamento si può optare per una "grow box"  iper-tecnologica e tutta made in Italy dal nome Tomato+. Questa serra assomiglia ad un frigorifero in alluminio e funziona come una macchina per il caffè e cioè basta inserire la spina, inserire le apposite cialde che contengono seme e terreno di coltura, riempire una volta al mese il serbatoio dell'acqua e lasciare crescere.

La serra è completamente indipendente per luce e microclima, gestito dal computer interno impostabile dal display sullo sportello o tramite wifi e app del telefono. Nel terreno di coltura non ci sono nè ogm e nè prodotti antiparassitari. La super serra è disponibile in otto tipologie di colori per poter essere adattata all'arredamento della propria casa. Il costo però è molto più elevato rispetto ad una grow box tradizionale ma è ripagato dai suoi vantaggi così come sipega Daniele Rossi, il Ceo: "L'apparecchio, per ogni ciclo produttivo, compie 15/20.000 piccole 'azioni' che per l'utente si traducono in soli due click e l'inserimento della cialda. E il prodotto finale è assolutamente naturale, gustoso e profumato, di prima qualità. Senza paragoni".
Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati