23/06/2014 - 15:52

Comprare una macchina elettrica, si risparmia con il gruppo di acquisto

Da oggi arrivano in Italia i gruppi di acquisto per comprare veicoli elettrici, rendendo possibile ottenere uno sconto fino al 20% sul prezzo di listino.
Un’auto comporta numerose spese, sia d’acquisto che di manutenzione, e incide notevolmente sul bilancio di quasi tutte le famiglie italiane. Tra le spese connesse al possesso di un veicolo, una delle voci più costose è senz’altro l’assicurazione. Per ovviare al problema è essenziale giocare d’anticipo e informarsi sui preventivi delle assicurazioni auto più vantaggiose. Quest’operazione può essere velocizzata servendosi di uno dei molti comparatori online, i quali permettono di individuare facilmente tra tutte la polizza che risponda perfettamente alle proprie esigenze.
 
Per chi non lo sapesse, diverse compagnie assicurative prevedono premi inferiori per i possessori di auto elettriche o comunque a basse emissioni. L’elevato costo di tali veicoli è però un freno per la maggior parte degli Italiani: digitando su Google “auto elettriche” uno dei primi suggerimenti automatici visualizzati sulla barra di ricerca è proprio “costano troppo.” Da oggi, però, è possibile ridurre il costo dei veicoli elettrici, come suggerito da Altroconsumo, acquistandoli tramite il “Gruppo d’acquisto auto elettriche”, il primo in Italia ad essere dedicato esclusivamente alle vetture a zero emissioni.
 
I fondatori del gruppo sono Gianalfredo Furini e Luca Dal Sillaro, entrambi già organizzatori del GAI, il Gruppo d’acquisto ibrido, affiancati dalla fondazione eV-Now! e dall’associazione EnergoClub, da anni impegnate a promuovere la diffusione dei veicoli a spina nel nostro paese. Proprio tramite il sito di EnergoClub è possibile aderire al Gruppo d’acquisto auto elettriche, semplicemente compilando un form online e senza alcuna spesa aggiuntiva. “Siamo appena partiti e abbiamo già raccolto qualche nominativo di potenziali interessati” dice Furini “Non ci aspettiamo di vendere 150 veicoli, come abbiamo fatto per le ibride, ma siamo fiduciosi di poter fare dei numeri interessanti.”
 
I veicoli elettrici costano infatti mediamente dal 20% al 40% in più rispetto a quelli tradizionali. Se consideriamo anche gli inconvenienti non ancora risolti che tali vetture presentano, come ad esempio l’autonomia limitata e i tempi di ricarica, non c’è da stupirsi che molti Italiani preferiscano rinunciare al loro acquisto, nonostante i danni all’ambiente che ne conseguono. Iniziative come quella del Gruppo di acquisto auto elettriche lasciano però ben sperare: riducendo il costo iniziale dei veicoli a zero emissioni è probabile che sempre più persone abbraccino uno stile di vita più “green.”
 
Per chi fosse interessato all’acquisto, è disponibile anche una sezione dedicata alla consulenza privata, dove degli esperti risponderanno alle domande degli utenti. “Supporteremo chi vuole un’auto a spina rispondendo a tutte le sue domande e in più daremo informazioni e consigli sui modelli, gli eventuali incentivi e le tipologie di colonnine più adatte” spiega Daniele Invernizzi, presidente di eV-Now!. Buone notizie anche per gli appassionati delle due ruote: a partire da settembre Furini e Dal Sillaro organizzeranno anche una sezione dedicata all’acquisto di motocicli a zero emissioni.
SuperMoney
autore

condividi su