01/01/2013 - 01:00

Coldiretti: vacanze in agriturismo al top nell'estate 2011

L'estate premia l'agriturismo con oltre 5 milioni di presenze nelle fattorie anche grazie ad un ottimo settembre tradizionalmente preferito dagli amanti della vacanza a contatto con la natura. Questi dati emergono dal primo bilancio della Coldiretti, sulla base delle analisi di Terranostra, sull'andamento dell'estate 2011 che fa segnare un aumento stimato pari al 3 per cento degli ospiti anche se si riduce la durata dei soggiorni
 
Grande estate quella appena trascorsa per le vacanze in agriturismo. Si è registrato infatti un aumento degli ospiti in parte dovuto alla politica di contenimento dei prezzi, alla buona tavola e ai programmi ricreativi come l'equitazione, il tiro con l'arco, il trekking - sottolinea la Coldiretti - ma non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici. 
 
Quasi la metà degli agriturismi inoltre viene incontro anche alle esigenze di chi ama portare con sè gli animali in vacanza. Su un totale di 19.019 aziende agrituristiche - continua la Coldiretti - 15.681 offrono alloggio, 9.335 ristorazione, 3.400 degustazioni e ben 10.583 altre attività tra le quali prevalgono quelle escursionistiche, quelle sportive, corsi di degustazione, centri benessere, osservazioni naturalistiche, equitazione trekking e mountain bike. La crescita dell'offerta di strutture si è fatta però sentire sui redditi degli operatori.
 
Tra le diverse tendenze si registra un vero e proprio boom per gli agricampeggi, per i percorsi turistici legati all'enogastronomia con circa 140 strade dei vini e dei sapori, per la visita dei 63mila frantoi, cantine, malghe e cascine aperte al pubblico ed anche - conclude la Coldiretti - 800 mercati degli agricoltori di Campagna Amica localizzati spesso in prossimità delle località turistiche.
Mara Giuditta Urriani
autore

condividi su