23/07/2018 - 12:12

Cittadini e turisti diventano "Sentinelle del mare"

Il progetto dell'Università di Bologna per la salvaguardia dell'ambiente marino punta a coinvolgere circa 400mila persone. Sono più di venti le zone balneari in cui i giovani biologi di Unibo, in collaborazione con gli operatori turistici del Sistema Confcommercio, raccoglieranno i dati sullo "stato" del mare tramite interviste a bagnanti, snorkelisti e subacquei.

sentinelle del mare

Entra nel vivo Sentinelle del Mare, il progetto del Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali dell'Università di Bologna per la salvaguardia dell'ambiente e la consapevolezza ambientale. Nello specifico, l'iniziativa punta al monitoraggio della biodiversità marina coinvolgendo, con il sostegno di Confcommercio-Imprese per l'Italia,  le imprese turistiche associate, i cittadini e i turisti in diverse località d'Italia. Sono più di venti le zone balneari in cui i giovani biologi di Unibo, in collaborazione con gli operatori turistici del Sistema Confcommercio, raccoglieranno i dati sullo "stato" del mare tramite interviste a bagnanti, snorkelisti e subacquei.

Incontri, presentazioni ed escursioni in mare animeranno il programma di intrattenimento di alberghi, campeggi, porti turistici, stabilimenti balneari e ristoranti, coniugando in questo modo attività di intrattenimento e ricerca scientifica. L'obiettivo di Unibo e di Confcommercio è di coinvolgere nelle attività di  rilevamento circa 400mila persone, un risultato a portata di mano visto il successo di partecipazione finora riscosso e i numerosi riconoscimenti ricevuti. Già concluse nelle aree di Palermo, Taranto, Monterosso-Cinque terre, Cadimare, Lerici, Terracina e Fondi, le operazioni di rilevazione dei dati si stanno avviando in queste ore nel Lido di Roma-Ostia, a Porto San Giorgio/Fermo e nella provincia di Chieti, lungo la Costa dei Trabocchi, da Fossacesia a Rocca San Giovanni. Proseguono, inoltre, le attività a Ventimiglia e Santo Stefano al mare, in provincia di Imperia e - per tutta la stagione estiva – all'isola di Santo Stefano nell'arcipelago della Maddalena.

Dal 9 settembre il progetto sarà attivo anche nel grossetano, dall'Argentario a Talamone, e nelle isole del Giglio e di Giannutri.  Da nord a sud della Penisola, gli amanti del mare, vacanzieri o residenti, possono, dunque, offrire il loro contributo compilando una scheda di rilevamento e indicando, dopo l'escursione in mare, la presenza e l'abbondanza delle specie avvistate. Le schede serviranno ai ricercatori dell'Università di Bologna per confrontare i dati con quelli raccolti negli anni precedenti e verificare come è cambiata la salute del Mediterraneo nell'ultimo decennio.  Sarà anche un modo per sensibilizzare turisti e operatori sull'impatto ambientale delle attività umane e sulle conoscenze biologiche ed ecologiche.

Per essere aggiornato con le nostre notizie, iscriviti al canale Telegram di Alternativa Sostenibile

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Cultura
    A Kuminda la biodiversità su grande schermo

    Con il sostegno di Agis Lombardia, all'interno di Kuminda - festival del diritto al cibo (dal 14 al 16 otto- bre, Cascina Cuccagna, e il 17 e 18 ottobre dalle 17.00 all'Anteo spazio Cinema) - sarà presentata una rassegna di corto e lungometraggi selezionati dalle ultime tre edizioni del Festival...

  • Leggi
    18/06/2014 - 12:30
    Ambiente
    Ocean Sampling Day: l'evento mondiale per studiare la biodiversità marina

    Sabato 21 giugno si svolgerà l'Ocean Sampling Day: un'attività di campionamento delle acque oceaniche e costiere effettuato in contemporanea in tutto il pianeta per studiare la biodiversità dei microorganisimi e le loro funzioni. Circa 170 i siti coinvolti: dall'Islanda all'Antartico, da Moorea (...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    Pesca sostenibile: no alle pratiche nocive per la biodiversità marina

    Il Mediterraneo storicamente è sempre stato un mare di naviganti e pescatori. Attualmente però, la pesca è un settore produttivo sotto pressione, delicato e debilitato da tutta una serie di cause come la riduzione degli stock di pesca, la concorrenza sleale di grandi navi extra UE che depredano il...

  • Spiagge Plastic Free, biodiversità marina
    Leggi
    14/06/2018 - 12:31
    Ambiente
    Spiagge Plastic Free: parte la campagna per la tutela della biodiversità marina

    E' prevista per domenica 17 giugno la Giornata di volontariato sul Litorale laziale per la pulizia dell'arenile con il Comune di Fiumicino e l'ospedale Bambino Gesù per tutelare la biodiversità dei mari e sensibilizzare cittadini e Istituzioni.