01/01/2013 - 01:00

Che cos'è la cogenerazione?

Si tratta di un tipo di soluzione impiantistica finalizzata ad aumentare l'efficienza dei processi di produzione energetica grazie alla generazione simultanea di energia elettrica e termica partendo da una singola fonte di energia primaria.
I sistemi di cogenerazione sono particolarmente indicati per il recupero e il risparmio energetico perché grazie a questa tecnologia i processi di produzione e consumo di diverse forme di energia secondaria, quindi elettrica, meccanica e termica, avvengono partendo da una sola fonte, fossile o rinnovabile. Basti pensare che, nel processo di produzione combinata, si può arrivare a ottenere un'efficienza di utilizzo del combustibile fossile anche maggiore dell' 85%, con un conseguente risparmio dei costi e delle emissioni inquinanti.
Possiamo definire la trigenerazione come un'evoluzione della cogenerazione che combina la produzione di energia termica, elettrica e frigorifera. Utilizzando una sola fonte combustibile si arriva alla produzione contemporanea di energia meccanica (elettrica), calore e freddo. Normalmente nelle centrali termoelettriche tradizionali viene dispersa gran parte dell'energia del combustibile sotto forma di calore (circa i 2/3), mentre con la cogenerazione e/o trigenerazione è possibile combinare calore ed elettricità (C.H.P.) con risultati che portano alla conversione dei 4/5 dell'energia del combustibile in energia utilizzabile.
Il Parlamento Europeo ha riconosciuto l'importanza della cogenerazione ai fini del raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Con il Decreto legislativo 7 febbraio 2007, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri in attuazione della Direttiva europea 2004/8/CE, si promuove la Cogenerazione ad alto rendimento, cioè la produzione combinata di energia elettrica e calore. La scelta della cogenerazione fa sì che si possano ottenere titoli che attestano il risparmio energetico, i cosiddetti 'certificati bianchi', che permetteranno agli operatori di recuperare più velocemente i costi di investimento.
Alcuni degli impianti più comunemente utilizzati oggi sono quelli realizzati con turbogas (o motore alternativo) e caldaia a recupero. I fumi sono convogliati nella caldaia a recupero in modo da permettere la produzione di acqua calda (utilizzata per il riscaldamento e/o il sanitario) e vapore saturo (a uso di utenze industriali) o vapore surriscaldato (per turbine a vapore o utenze industriali).
I principali VANTAGGI che derivano da un Impianto di Cogenerazione possono così riassumersi:
ECONOMICO: con la cogenerazione si sfrutta meglio l'energia contenuta nel combustibile ovvero, a parità di energia utile prodotta, si consuma meno combustibile; quindi si ha una maggiore efficienza nella conversione energetica.
AMBIENTALE: il minor consumo di combustibili implica una minor quantità di emissioni nocive nell'ambiente e, per conseguenza, una diminuzione dei costi sociali dell'inquinamento; i sistemi CHP consentono una notevole riduzione dei gas serra: in particolare ogni kWh prodotto in un impianto a cogenerazione alimentato a metano consente un risparmio di 450 g di CO2 rilasciata in atmosfera rispetto alla produzione separata di energia elettrica e termica, che equivale a una diminuzione del 43% dell'anidride carbonica. Inoltre la mitigazione dell'impatto ambientale deriva anche dalla riduzione dei particolati, degli NOx e degli SOx.
SALVAG. DELLE RISORSE: la cogenerazione consente un utilizzo più efficiente delle risorse energetiche tradizionali (petrolio, carbone, gas naturale), riducendone gli sprechi.
FINANZIARIO: la cogenerazione, in alcune sue applicazioni, è considerata una fonte di energia assimilabile alle fonti alternative e gode quindi di tutti gli incentivi e facilitazioni previste dalla Legge e dal Piano Energetico Nazionale. Quanto sopra elencato comporta per l'utilizzatore finale una sensibile riduzione dei consumi di Energia Primaria (e in assetto trigenerativo anche di Energia Elettrica) e un significativo risparmio sui costi delle bollette elettrica e termica.
Fonte: Energrid
Tommaso Tautonico
autore

condividi su