03/12/2017 - 17:45

Cardi gratinati alla Pizzaiola, la ricetta di A Tavola con Francesca

La ricetta di questa settimana l’abbiamo voluta fare insieme ad Aldo Conte del Papamecus di Muro Leccese

Per la seconda puntata di A Tavola con Francesca abbiamo voluto valorizzare una pianta straordinaria, il cardo, l’antenato del carciofo, che nel Salento ha la sua naturale crescita per il tipo di terreno. Aldo ci propone i cardi con una ricetta semplicissima, abbinati con ingredienti del territorio, come gli sponsali, le olive, i pomodori invernali, e capperi.

Francesca Bortone - A Tavola con Francesca

Dopo il successo della ricetta della settimana scorsa, le schiacciatine di rape, anche questa settimana puntiamo su una pianta del territorio, il cardo.

I cardi, come detto, sono gli antenati dei carciofi e crescono in modo naturale in molte parti del territorio italiano, tra cui il Salento, dove è possibile trovarli abbondanti nei territori del Parco Naturale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase. Il cardo è una pianta che ha origini lontanissime, tanto è vero che varie leggende associano questo fiore al pastore siciliano Dafni, alla cui morte (grazie all'intervento di Pan e Diana), la Terra, piena di dolore, fece nascere una pianta piena di spine, il “cardo” appunto. 

Le proprietà benefiche dei cardi sono altrettanto note, tra cui le più importanti quelle depurative e protettive nei confronti del fegato, tanto è vero che vengono consigliati nei casi di intossicazione causate da alcol, epatite e droghe. Il cardo mariano, infatti, è stato introdotto dal 1986, negli Stati Uniti, nei trattamenti delle malattie del fegato come l’epatite alcolica, la cirrosi epatica e l’epatite virale.

Oggi viene coltivato e quindi addomesticato, ma il cardo selvatico è pieno di spine ed ha dei meravigliosi fiori. Come sempre i contadini conoscono molto bene la bontà e la semplicità e quindi hanno fatto conoscere questa leccornia a tutti. Il cardo si presta a diverse cotture dalle più semplici (“minescia di cardi”) alle più complicate (risotti, a tortino con il pesce azzurro, etc.).

Insieme ad Aldo del Papamecus abbiamo voluto preparare i cardi gratinati alla pizzaiola, una ricetta semplice, gustosa e alla portata di tutti (€ 4,00).

 

Partiamo, ora, con gli ingredienti e le dosi:

  • 6 cardi medi
  • 250 gr pomodori invernali
  • 2 sponsali
  • 1 manciata di olive nere
  • 1 manciata di pecorino
  • 1 manciata di pane grattugiato
  • 60 g di besciamelle
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 8 cucchiai di olio EVO
  • 1/2 acciuga
  • 1/4 di bicchiere vino bianco
  • Sale e pepe q.b.

La preparazione
Pulire i cardi, e dopo averli lavati, lasciare in acqua acidulata con limone (i cardi anneriscono presto). Fare bollire abbondante acqua in una pentola e dopo immergere i cardi. Intanto tagliare gli sponsali, non più lunghi di un dito e lo spessore in 4 parti, ed i pomodori sempre in 4 parti. 

In una pentola larga mettere 3 cucchiai di olio EVO con ½ acciuga e con gli sponsali, quando iniziano a frigolare versare ½ bicchiere di vino bianco, sfumare e aggiungere i pomodori, salare ed aggiungere ogni tanto l’acqua di cottura, ma poca, perché non devono essere molto liquidi. Aggiungere le olive e a fuoco debole e lasciare appassire. 

Dopo che saranno bolliti, scolare i cardi e riporli in una ciotola. 

Prendere una teglia da forno, versare 2 cucchiai di olio EVO e sistemare bene i cardi, quindi aggiungere il pecorino, pepare, salare, versare la besciamella e con un cucchiaio spalmarla. Infine, versare il sughetto di pizzaiola ed aggiungere i capperi, coprire con pane grattugiato

Quando il forno sarà arrivato a temperatura (190°C), versare un filo d’olio EVO sul pane grattugiato ed infornare per 15/20 minuti, accendere il grill e quando il tortino è dorato sfornare. 

Attendere 3 minuiti per farlo “confessare“ e poi abbinarlo con un buon Negroamaro! Buona preparazione, buona degustazione ed alla prossima ricetta con Francesca.

Segui A Tavola con Francesca iscrivendoti al Canale YouTube e mettendo mi piace sulla pagina Facebook.

Francesca Bortone
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    26/06/2013 - 20:00
    Ambiente
    A tavola con i prodotti dell'orto dei ragazzi degli Istituti Penali Minorili

    Dalla semina al raccolto: i ragazzi degli Istituti Penali Minorili portano in tavola i prodotti del loro orto. Si chiudono i corsi di Ricomincio dal Bio: 90 ragazzi a scuola "sul campo" con attenzione alla biodiversità.

  • Leggi
    30/12/2013 - 19:00
    Alimentazione
    Capodanno: vince la tavola anti crisi con prodotti locali

    Secondo la Cia, più di tre italiani su quattro festeggeranno la notte di San Silvestro a casa con parenti e amici, spendendo circa 1,3 miliardi di euro. Sarà un trionfo di prodotti della cucina tradizionale "made in Italy": immancabili il cotechino e lo zampone, le lenticchie e lo spumante....

  • Cinque ricette di tutto gusto per non sprecare la pasta avanzata
    Leggi
    30/11/2017 - 18:29
    Alimentazione
    Contro lo spreco alimentare, come ti riciclo la pasta avanzata!

    Uno studio* eseguito nell’ambito del progetto Reduce 2017 dal Ministero dell’Ambiente con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università di Bologna e con SWG, ha stimato che lo spreco alimentare in Italia supera il valore di più di 15,5 miliardi di euro ogni anno. 

  • Ricette - Schiacciatine - polpette di rape - a tavola con francesca
    Leggi
    27/11/2017 - 20:09
    Alimentazione
    A Tavola con Francesca, si parte con le Schiacciatine di Rape

    Francesca Bortone, imprenditrice turistica di Otranto e nostra collaboratrice, curerà personalmente questa rubrica, a cui abbiamo voluto dare il nome “A Tavola con Francesca”, per porre l’accento sulla familiarità e sulla semplicità delle ricette che andremo a proporre.