04/10/2017 - 12:47

Cani maltrattati a Green Hill. Condannati i gestori del canile bresciano

Condannati veterianaio e co-gestore del tristemente famoso canile Green Hill di Montichiari (BS).

Condannati i vertici di Green Hill, il canile di Montichiari, chiuso nel 2012, in cui si praticavano maltrattamenti e sperimentazioni su cani Beagle. In attesa di processo per altri veterinari coinvolti e per ambientalisti.
cani maltrattati
Confermate condanne per Green Hill.
Tutti si ricorderanno di Green Hill, il tristemente famoso allevamento di cani beagle chiuso a Montichiari (BS), nell'estate del 2012. Bene. La Cassazione ha confermato le condanne per il  co-gestore della struttura Ghislane Rondot, a un anno e sei mesi per il veterinario Renzo Graziosi, anche lui un anno e sei mesi, e un anno per il direttore dell'allevamento Roberto Bravi. L'accusa era di maltrattamento e di uccisione di animali.

Cosa succedeva all'interno di Green Hill?
All'interno dell'allevamento bresciano avvenivano feroci sperimentazioni sui cani, secondo la Corte Suprema, maltrattatamenti e se gli animali non rispondevano ai requisiti della sperimentazione venivano uccisi. Il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani che nel 2012 aveva disposto il sequestro della struttura e poi portato processo i vertici di Green Hill ha affermato: "È stata una battaglia culturale prima che processuale dall'esito per nulla scontato. Il processo Green Hill non ha solo accertato condotte penalmente rilevanti, ma è stata l'affermazione di principi di civiltà",

Ma non si chiude qui il caso Green Hill.
Il 22 novembre è previsto nel tribunale di Brescia il secondo filone dell'inchiesta che prevede la sentenza nei confronti di due veterinari dell'Ats, accusati di maltrattamento e uccisione di animali, falsa testimonianza, omessa denuncia e falso ideologico e dei tre ex dipendenti dell'allevamento di Beagle accusati di falsa testimonianza.

Attesa di udienza per ambientlaisti. Per i 12 animalisti che fecero irruzione nella struttura di Green Hill per liberare alcuni beagle è prevista un'udienza d'Appelli in attesa di fissazione. Gli ambientalisti sono condannati in primo grado per furto, rapina, lesioni e resistenza al pubblico ufficiale.


Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Cultura
    Sotto sequestro il canile lager di Green Hill

    "Siamo davvero felici di aver contribuito a porre fine alla barbarie di Green Hill". Questo il commento di Stefano Ciafani, vice presidente di Legambiente sul sequestro della nota azienda situata a Montichiari (Brescia) che alleva cani beagle per i laboratori di vivisezione, effettuato dal Corpo...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    Sos Green Hill: grazie al lavoro dei veterinari

    La liberazione dei beagle di Green Hill ha tra le sue figure preziose e irrinunciabili i medici veterinari, professionisti che da settimane stanno operando per visitare e refertare le condizioni di salute dei circa 2400 cani che sono usciti e stanno ancora uscendo dall'allevamento posto sotto...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Cultura
    Sos Green Hill: a Lav e legambiente la custodia dei cani

    I 2500 beagle dell'allevamento di Green Hill potranno essere affidati dai prossimi giorni. La Procura della Repubblica di Brescia ha dato alle associazioni denuncianti LAV e Legambiente la custodia giudiziaria dei cani che man mano potranno uscire dall'allevamento per la vivisezione. Il Corpo...

  • Leggi
    24/01/2015 - 13:32
    Ambiente
    Green Hill: una storica vittoria per Legambiente

    Legambiente esprime la sua soddisfazione per la condanna dei responsabili dell'allevamento di Green Hill di Montichiari: "Una storica vittoria frutto del nostro esposto fatto tre anni fa contro l'allevamento di beagle di Montichiari".