13/11/2017 - 12:02

Cambiamenti climatici. Papa Francesco, occorre proteggere l'atmosfera labile

Durante l'udienza ai Leader del "Pacific Islands Forum Secretariat" provenienti dagli 11 Paesi insulari del Pacifico, Papa Francesco fa accenno alla COP 23 sui cambiamenti climatici in corso a Bonn, augurandosi che i lavori si occupino di proteggere la labilità dell'atmosfera.

cambiamenti climatici

In questi giorni a Bonn è in corso la COP-23, la 23esima sessione della Conferenza delle Parti alla Convenzione-quadro dell'ONU sul cambiamento climatico che si svolgerà sotto la presidenza delle Isole Fiji.

Papa Francesco durante l'udienza ai Leader del "Pacific Islands Forum Secretariat" provenienti dagli 11 Paesi insulari del Pacifico (Australia, Isole Cook, Stati Federati di Micronesia, Polinesia Francese, Kiribati, Nauru, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Repubblica delle Isole Marshall, Samoa e Vanuatu), coglie l'occasione per accennare alla COP23 sui cambiamenti climatici mostrando di avere a cuore la questione del riscaldamento globale.

Il Santo Padre durante l'udienza interviene così: "Mi auguro che i lavori della COP-23, così come quelli che seguiranno ad essa, siano in grado di tenere sempre presente quella 'Terra senza confini, dove l'atmosfera è estremamente fine e labile', come la descriveva uno degli astronauti attualmente in orbita nella Stazione Spaziale Internazionale, con i quali ho avuto recentemente un interessante colloquio".

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati