09/08/2017 - 20:34

Caldo record: il vademecum di AGSM per affrontare l'afa senza rischiare il caro bolletta

AGSM, multiutility che si occupa di produzione e distribuzione di energia elettrica e calore, distribuzione di gas e servizi di telecomunicazioni, ha stilato un pratico vademecum per aiutarci ad affrontare la straordinaria ondata di caldo di questo periodo, senza gravare sul conto corrente.
caldo record
Il caldo africano che sta investendo l’intera nazione in questa torrida estate rischia di far impennare il contatore con pesanti conseguenze sulla bolletta elettrica. AGSM, multiutility che si occupa di produzione e distribuzione di energia elettrica e calore, distribuzione di gas e servizi di telecomunicazioni, ha stilato un pratico vademecum per aiutarci ad affrontare la straordinaria ondata di caldo di questo periodo, senza gravare sul conto corrente. Per evitare di trovarsi a fare i conti non solo con temperature proibitive, ma anche con spese accessorie di cui faremmo volentieri a meno, è bene usare alcuni piccoli accorgimenti casalinghi per ottenere un risparmio in bolletta veramente significativo. Di seguito alcuni utili consigli pratici stilati dagli esperti di AGSM su come far fronte all’afa ottimizzando l’uso del condizionatore e risparmiare così fino a diverse decine di euro l’anno.

1. FASCE ORARIE

L'energia elettrica ha un prezzo diverso a seconda del momento in cui viene utilizzata: durante il giorno costa di più; la sera, la notte e durante i giorni festivi ha, invece, un prezzo più basso:
- Fascia F1 (ore di punta): dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00, escluse le festività nazionali
- Fascia F2 (ore intermedie): dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore 8.00 e dalle ore 19.00 alle ore 23.00, escluse le festività nazionali. Il sabato: dalle ore 7.00 alle ore 23.00, escluse le festività nazionali
- Fascia F3 (ore fuori punta): dal lunedì al sabato dalle ore 00.00 alle ore 7.00 e dalle ore 23.00 dalle ore 24.00. Domenica e festivi: tutte le ore della giornata
- Fascia F2+F3 (o F23): tutti i giorni feriali, tutti i sabati, domeniche e giorni festivi dalle 19.00 alle 8.00. È importante, quindi, verificare innanzitutto il proprio piano tariffario e, possibilmente, concentrare i consumi nella fascia serale.

2. ISOLAMENTO TERMICO

Sebbene possa sembrare una banalità, è importante chiudere bene porte e finestre ed evitare che la luce entri direttamente in casa con l’utilizzo di tende, scuri o tapparelle che creino penombra ed evitino l’innalzamento della temperatura per irraggiamento solare.

3. ELETTRODOMESTICI
Un utilizzo oculato degli elettrodomestici è fondamentale per avere una bolletta più leggera. Come è possibile intervenire:
1. Condizionatore. Miglior amico dell’uomo nella stagione più torrida dell’anno, è l’elettrodomestico al quale bisogna prestare più attenzione proprio perché si tende a utilizzarlo in eccesso. Per contenere i consumi, oltre che per proteggersi da sbalzi termici, si consiglia di mantenere una temperatura di non oltre 7/8 gradi inferiore rispetto all’esterno. Si raccomanda, inoltre, di selezionare la funzione deumidificatore che, riducendo di molto la temperatura percepita, contribuisce a creare un clima ideale. E’ opportuno chiudere sempre porte e finestre durante l’utilizzo e, laddove possibile, sfruttarne la mobilità posizionando l’elettrodomestico all’ombra (per un risparmio di almeno il 5%). Da ultimo, pulire regolarmente i condizionatori permetterà un utilizzo più efficiente.
2. Frigorifero. Aprire il frigo e il congelatore il meno possibile, controllare periodicamente lo stato delle guarnizioni, pulire le serpentine, regolare la temperatura interna in base alla stagione e mantenere l’elettrodomestico distaccato dal muro sono gli accorgimenti più importanti da adottare.
3. Ferro da stiro. È uno degli elettrodomestici a più alto consumo per questo è importante non tenerlo acceso troppo a lungo; passare gradatamente dalla temperatura più bassa a quella più alta; stirare gli ultimi capi con il ferro ancora caldo dopo aver staccato la spina.

4. LUCI E SPIE
Gli accorgimenti in questo caso sono molteplici, ma spesso vengono erroneamente tralasciati:
1. Spegnere sempre la luce quando si esce da una stanza;
2. Utilizzare solo lampadine LED il cui costo, benchè superiore a quelle tradizionali, verrà compensato dal risparmio, con un consumo fino al 90% in meno;
3. Non lasciare il computer in stand-by;
4. Spegnere sempre il televisore;
5. Staccare dalla presa i caricatori (es. cellulare) quando non sono utilizzati;
6. Installare interruttori a tempo in locali come garage e cantina;
7. Spolverare sempre le lampadine: polvere e pulviscolo, infatti, contribuiscono alla dispersione energetica
Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    Caldo e siccità: valorizzare risorse idriche nazionali

    "La drammaticità della situazione a cui ciclicamente è sottoposto il nostro territorio dalla siccità, che in questi giorni colpisce severamente alcune delle nostre più importanti regioni agricole, impone una riflessione che vada oltre l'emergenza, per la quale gli uffici del Ministero sono comunque...

  • Leggi
    29/05/2013 - 12:22
    Fossili
    Altroconsumo: Abbassa la bolletta!

    Luce e gas alle stelle ormai alle stelle: l'Associazione organizza un'asta per tutti i fornitori. Insieme paghiamo meno e più siamo più possiamo risparmiare. Partecipa anche tu al gruppo d’acquisto energia.