01/01/2013 - 01:00

Bosch: "L'ambiente si impara giocando"

La seconda edizione del progetto didattico-creativo Bosch Missione Ambiente giunge al termine. Il programma della multinazionale tedesca con l’obiettivo di sensibilizzare scuole e famiglie sui temi dello sviluppo sostenibile. Il tema? L'ambiente s'impara giocando.
L’iniziativa della grande multinazionale tedesca, la Bosch, ha visto quest’anno la partecipazione di oltre 1.000 scuole italiane d’infanzia, primarie e secondarie, tra pubbliche e private, ha avuto come tema “l’ambiente s’impara giocando“. Il gioco è stato inteso, quindi, come meccanismo fondamentale di apprendimento anche per temi importanti come la tutela dell’ecosistema. La Bosch ha investito oltre 3.5 miliardi di euro in Ricerca e Sviluppo nel 2009.

Agli alunni è stato chiesto di ideare e realizzare dei giochi a tema ambientale per stimolarli ad affrontare argomenti legati alla riduzione di emissioni inquinanti e alle soluzioni per evitare gli sprechi di energia nella vita di tutti i giorni. Senza porre alcun limite alla creatività, i ragazzi hanno scelto la modalità preferita e hanno così ideato e realizzato giochi da tavolo, all’aperto, quiz, puzzle, vere e proprie gare di ingegno e di abilità.
I numerosi elaborati sono stati valutati e selezionati da una giuria specializzata. I dieci migliori giochi per ogni ordine e grado hanno fatto vincere alla rispettiva scuola di appartenenza un kit di prodotti Bosch. I tre vincitori assoluti delle scuole di infanzia, primarie e secondarie sono:

- Scuola dell’Infanzia di Vigna – Chiusa di Pesio (CN) – con il gioco Il Paese di eco-bimbi
- Direzione didattica 2° Circolo Roncalli – Settimo Torinese (TO) – con il gioco EkoItalia
- Istituto comprensivo F. De André – Rho (MI) – con il gioco Eco-Logic Game

Per gli alunni, il progetto “l’ambiente s’impara giocando”, ha significato potersi confrontare con i propri coetanei sulle problematiche reali legate all’ambiente e di condividerne difficoltà e soluzioni. Il rispetto dell’ambiente rientra nella missione dell’azienda, la filosofia Bosch “Tecnologia per la vita” ha già raggiunto traguardi significativi in questo ambito.

Inoltre, da questo progetto, Bosch realizzerà un libro didattico-creativo che conterrà spiegazioni, regole e illustrazioni dei migliori giochi realizzati dai ragazzi. I vincitori avranno all’interno del manuale una menzione speciale. A settembre il libro sarà distribuito in tutte le scuole che hanno preso parte all’iniziativa.
Marilisa Romagno
autore

condividi su