02/10/2013 - 18:44

"Biogas 2013: le opportunità dei nuovi incentivi per l'allevamento campano"

La nuova modulazione degli incentivi per gli impianti di biogas, entrata in vigore ad inizio anno, favorisce la diffusione di impianti di piccole dimensioni, molto più rispondenti alle esigenze delle aziende agricole del territorio dell'Italia Centro-meridionale.
La Campania, in prospettiva potrebbe essere la regione che meglio risponde al nuovo schema di incentivi, che favorisce lo sviluppo e la diffusione di piccoli impianti biogas, grazie alla presenza di allevamenti bufalini e della filiera lattiero-casearia. Agroenergia, in collaborazione con l'assessorato dell'ambiente e dell'agricoltura della Provincia di Caserta, promuove un seminario dal titolo " Biogas 2013: le opportunità dei nuovi incentivi per l'allevamento campano", e sottolineerà la sostenibilità ambientale degli impianti di biogas, l'utilizzo dei reflui zootecnici e dei sottoprodotti del settore agroalimentare. L'appuntamento è per martedì 15 ottobre presso la Sala Consiliare a Caserta.

Si alterneranno al tavolo dei relatori esperti per approfondire il tema dell'utilizzo dei sottoprodotti del settore agroalimentare e di altre filiere come quella lattiero-casearia, senza tralasciare i letami e liquami delle produzioni zootecniche negli impianti a biogas come una pratica virtuosa. In particolare per le aziende e industrie agroalimentari e per le aziende agricole, il biogas è in grado di valorizzare i residui agricoli che altrimenti verrebbero trattati come rifiuti e che spesso sono una grave fonte di inquinamento. L'ingresso è gratuito, ma è gradita la pre-iscrizione on-line sul sito www.agroenergia.eu

Agroenergia, in collaborazione con Claudio Fabbri, tecnico del CRPA, lunedì 14 ottobre promuove un corso di formazione dal titolo "Fattibilità e dimensionamento dell'impianto basato su reflui e sottoprodotti agricoli" con lo scopo di individuare interventi sull'alimentazione e su altri aspetti della gestione dell'impianto, in grado di migliorare il risultato economico e la produzione energetica. Il corso ha posti limitati e le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento di 20 partecipanti. La quota di partecipazione al corso è di 260 euro iva inclusa. Per maggiori informazioni visitare il sito www.agroenergia.eu
Marilisa Romagno
autore

condividi su