15/04/2014 - 11:30

Biodiversità italiana. Ecor e il progetto "Alimenti Ritrovati"

Dalla passione per la Natura e dalla ricerca dei semi di agricoltori biologici d'Italia, è nato il nuovo progetto Ecor "Alimenti Ritrovati". L'obiettivo è quello di riportare sulle nostre tavole il piacere e il gusto delle "antiche varietà" italiane: dai cereali con il farro monococco, la farina di grano duro Timilia e quella di grano tenero Solina, ai legumi con la Cicerchia, la Roveja e la lenticchia di Altamura
Alimenti Ritrovati è il progetto attraverso cui Ecor intende riscoprire e far riscoprire le "antiche varietà": cereali e legumi biologici che raccontano tutta la ricchezza del patrimonio agricolo e gastronomico italiano. Varietà con una storia da raccontare, dedicate a chi ama non solo il gusto delle cose buone di una volta, ma anche l'esplorazione di sapori poco conosciuti. Gli Alimenti Ritrovati sono frutto della passione per la Natura di agricoltori biologici italiani che, sapientemente, ne hanno ricercato i semi per coltivarli come si faceva un tempo.
 
Partiamo dai cereali, ingrediente base di minestre, zuppe, pane e focacce, che hanno consentito agli uomini di sfamarsi secolo dopo secolo. Ecor propone la riscoperta di chicchi e farina di Farro monococco coltivato nelle colline toscane, la farina di Timilia coltivato in Siclia, e la farina di Sorina proveniente dall'Abbruzzo: cereali antichi per arricchire la propria dieta per gustare sapori e tradizioni del passato e contribuire alla salvaguardia della biodiversità del territorio italiano.
 
Tra i legumi, protagonisti di primi piatti e contorni, quelli "ritrovati" sono la Cicerchia, chiamata "cicercula" dai Romani e originaria del Medio Oriente, la Roveja che, nota in Europa fin dalla preistoria e progenitrice del pisello comune, per alcuni ha una classificazione botanica ancora incerta, e la Lenticchia di Altamura, varietà gigante locale che negli anni '70 stava scomparendo, ha una resa di circa 10 quintali per ettaro.
 
In allegato potete trovare delle ricette a base di Alimenti Ritrovati, dal primo al dolce, suggerite dallo chef Antonio Scaccio che, assieme alla compagnia teatrale "Koinè", è stato protagonista dello spettacolo interattivo "Le mani in pasta" di presentazione del progetto Ecor.
Mara Giuditta Urriani
autore

condividi su