03/05/2015 - 15:32

Aquae Venezia 2015: Novamont presenta il Matrol-Bi, per limitare l'inquinamento marino

Al padiglione collaterale di EXPO dedicato all’acqua Novamont presenta Matrol-Bi®, la linea di biolubrificanti e grassi a rapida biodegradabilità ottenuti da grassi vegetali, ideale per limitare l’inquinamento provocato da qualsiasi mezzo marino.
Valida alternativa ai prodotti di origine fossile, la linea di biolubrificanti e grassi Matrol-Bi® presenta elevata biodegradabilità, bassa tossicità e garantisce ottimi risultati come oli idraulici e per la trasmissione per motori marini e macchine agricole.

In sintesi, si tratta della scelta ambientalmente più sostenibile per chi opera con macchinari in aree ecologicamente sensibili come il mare, i corsi d’acqua e i terreni agricoli.

La linea Matrol-Bi® è composta di 3 tipologie di prodotti:

1.      lubrificante biodegradabile per trasmissione trattori. E’ il lubrificante biodegradabile UTTO (Universal Tractor Transmission Oil) per l’impiego nel cambio, nel differenziale, nei riduttori finali di potenza, nei freni e frizioni a bagno d’olio e altri sistemi ausiliari di trattori agricoli e mezzi di movimento a terra; 
2.      lubrificanti idraulici biodegradabili. Si tratta di oli idraulici antiusura, antiossidanti, antiruggine e antischiuma disponibili in 3 tipi a seconda della viscosità: ISO VG 32 (fluido), ISO VG 46 (medio) e ISO VG 68 (viscoso); 
3.      grasso vegetale al litio. Un grasso semifluido biodegradabile al litio utile per la lubrificazione generale di parti meccaniche. E’ idrorepellente, anticorrosivo e resistente alle sollecitazioni termiche e meccaniche).

“Il 50% dei lubrificanti venduti e usati nel mondo sono dispersi nell'ambiente spesso accidentalmente. Si tratta di prodotti  prevalentemente basati su oli minerali di origine petrolifera, scarsamente biodegradabili e caratterizzati da una tossicità non trascurabile. Con la nostra presenza ad AQUAE VENEZIA 2015 vogliamo far sapere che sono possibili scelte alternative, in direzione della sostenibilità e della tutela degli ambienti marini e acquatici in generale”, ha commentato Andrea Di Stefano, Responsabile Progetti Speciali e Comunicazione di Business di Novamont.

Novamont è leader nello sviluppo e nella produzione di materiali e biochemicals attraverso l’integrazione di chimica, ambiente e agricoltura. Con 370 addetti (circa il 20% dei quali impegnato in attività di R&S), ha chiuso il 2013 con un turnover di 136 milioni di euro ed investimenti costanti in attività ricerca e sviluppo (6,2% sul fatturato 2013); detiene un portafoglio di circa 1.000 brevetti. Ha sede a Novara, stabilimento produttivo a Terni e laboratori di ricerca a Novara, Terni e Piana di Monte Verna (CE). Opera tramite sue consociate a Porto Torres (SS), Bottrighe (RO), Terni e Patrica (FR). È presente attraverso sedi commerciali in Germania, Francia e Stati Uniti e attraverso propri distributori in Benelux, Scandinavia, Danimarca, Regno Unito, Cina, Giappone, Canada, Australia e Nuova Zelanda.


Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su